Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Francis Houle, marito e padre della classe media del Michigan… con le stigmate

Per gentile concessione dell'Associazione per la Causa di Canonizzazione di Irving "Francis" Houle | Facebook
Condividi

Nostro Signore gli ha detto: “Toglierò le tue mani e ti darò le mie... toccale”

Si sa che una serie di santi è nota per aver condiviso le sofferenze di Cristo in modo speciale, portando letteralmente le sue ferite sulla propria carne. In questo gruppo di persone figurano santi amati come Francesco d’Assisi, Caterina da Siena e, più vicino ai nostri tempi, padre Pio.

E poi c’è Irving “Francis” Houle, un uomo ordinario del Michigan (Stati Uniti).

Irving nacque a Wilson, nel nord del Michigan, nel 1925. Era uno dei sette figli di Peter e Lillian Houle. In Quaresima la famiglia recitava il Rosario ogni giorno, e il padre faceva recitare ai figli le stazioni della Via Crucis ogni domenica dopo la Messa. Gli Houle erano davvero una famiglia cattolica devota.

Irving ha vissuto come un tipico esponente della classe media del Midwest. Si è diplomato nel 1944, mentre infuriava la II Guerra Mondiale. Il giorno dopo si è arruolato nell’Esercito degli Stati Uniti. Ha servito in Europa, Africa e Medio Oriente, e ha ricevuto l’American Theater Service Medal e la Good Conduct Medal. È stato congedato nel 1946.

Seguendo l’esempio del padre, Irving ha iniziato a condurre la vita tradizionale di un giovane cattolico. Nel 1948 ha sposato Gail LaChapelle, con la quale ha avuto cinque figli: Stephen, Peter, John e i gemelli Matthew e Margo. Irving lavorava in una compagnia di forniture chimiche come direttore di stabilimento. Era attivo nella parrocchia di St. Joseph e membro attivo dei Cavalieri di Colombo, tra i quali era deputato di distretto e membro di quarto grado con l’onore di essere chiamato “Signor Cavaliere”.

Francis aveva 67 anni quando il 9 aprile 1993, Venerdì Santo, hanno iniziato a manifestarsi per la prima volta le stigmate. Ha detto al fratello e a un sacerdote, padre Robert Fox (che in seguito avrebbe scritto un libro su di lui), che Gesù gli era apparso il Mercoledì delle Ceneri, all’inizio della Quaresima, e gli aveva detto: “Toglierò le tue mani e ti darò le mie… toccale”.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni