Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Stile di vita

Perché dovremmo portare i nostri figli sulla tomba delle persone care

AndyGrammer | Instagram

Cerith Gardiner - pubblicato il 11/01/18

In una tenera foto, il cantante Andy Grammer mostra al mondo il suo amore per la madre

Quando il cantautore Andy Grammer ha postato di recente una foto su Instagram che lo ritraeva steso al suolo con la figlia di cinque mesi, Louisiana, ci è sembrata un’immagine tenerissima. Ovviamente la piccola era adorabile sdraiata sul petto del papà. Ciò che era veramente toccante, tuttavia, era il luogo in cui è stata scattata la foto e le parole che la accompagnavano.

View this post on Instagram

Today is 9 years since my sweet mother left this world. I brought my little Louisiana K Grammer to her grave site this morning and it was extra special sweet. I remember standing at this spot shell shocked as we lowered her body into the ground. All I knew was I had lost my center, that there was a huge whole in my world and that it could never be filled. Little did I know having a mother on the other side can be pretty special too. I am not foolish enough to think that any of my success has been without the help of a badass mother pulling strings through the universe. I love you mom. We put the K in the middle of her name so she will always have you in the middle of her life. I hope she will have your playfulness, your spirit, your sense of justice, your love of chocolate, your faith, and your thirst for depth in life. One thing for sure is that she’s already got your blue eyes. This life is beautiful, but it becomes even more beautiful when you are forced to face the fact that there is more to this life then this life. To all those who have lost someone close to them, they are around… It’s a mystical relationship that never ends. Sending love to wherever you are my sweet mother. #louieinstagrammer #mom

A post shared by Andy Grammer (@andygrammer) on

Grammer aveva portato sua figlia a visitare la tomba di sua madre Kathy, morta nove anni fa ad appena 56 anni.

“Ricordo che stavo lì in piedi traumatizzato mentre mettevano giù il suo corpo. Capivo solo che avevo perso il mio centro, che c’era un grande vuoto nel mio mondo e che non avrebbe mai potuto essere colmato”.

Anche se Louisiana K. Grammer non avrà mai la possibilità di conoscere la nonna, è bellissimo vedere che il cantante vuole che la piccola sappia quanto fosse importante la madre per lui. Ha anche detto: “Abbiamo inserito la K in mezzo al suo nome di modo che ti abbia sempre nella sua vita”.

Tutto questo ci ricorda che solo perché una persona non è più fisicamente nella nostra vita non significa che non abbia più un ruolo importante. Grammer, infatti, ha elencato le qualità della madre che spera si tramanderanno alla figlia: “Spero che avrà la tua giocosità, il tuo spirito, il tuo senso della giustizia, il tuo amore per la cioccolata, la tua fede e la tua sete di una vita profonda”.

La madre di Grammer è morta un anno prima che firmasse un contratto discografico, e quindi non saprà mai quanto successo abbia ottenuto il figlio, ma il cantautore sottolinea il suo ruolo nel suo successo: “Non immaginavo che anche avere la madre ‘dall’altra parte’ potesse essere speciale. Non sono così ingenuo da pensare che il mio successo si sia verificato senza una madre tosta che fa pressioni nell’universo”. Noi madri saremo sempre lì per i nostri figli!

Il cantante ha anche offerto un’importante lezione di vita: “Questa vita è bellissima, ma lo diventa ancor di più quando sei costretto ad affrontare il fatto che c’è più di questa vita”. E non è quello a cui si aggrappano molti di noi nel viaggio della vita con tutti i suoi alti e bassi?

Grammer ha concluso il suo post con un messaggio molto tenero: “Ti mando tanto amore ovunque tu sia, mia dolce mamma”. Anche se non si ascolta la sua musica, non si può non apprezzare un ragazzo che condivide apertamente il suo amore per la mamma davanti a tutto il mondo.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
educazionemorte
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni