Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 12 Aprile |
Santa Teresa de los Andes
home iconArte e Viaggi
line break icon

Il Vangelo secondo De André…per chi viaggia in direzione ostinata e contraria

© Public Domain

Àncora Editrice - pubblicato il 11/01/18

Pregando, non sprecate parole come i pagani,

che credono di venire ascoltati a forza di parole.

(Matteo 6, 7)

Ricorda Signore questi servi disobbedienti
Alle leggi del branco
Non dimenticare il loro volto…

(Fabrizio De André, Smisurata preghiera, 1996)

Fabrizio De André non credeva nel Dio delle Chiese, ma l’interrogativo sull’esistenza di una “paternità” superiore l’ha sempre accompagnato, spingendolo sul sentiero dei cercatori di verità per indagare il problema di Dio, il mistero di Gesù di Nazareth, la coscienza di chi ha fede e i dubbi dei non credenti.

Basta scorrere i personaggi cantati da De André: dalle prostitute agli assassini, dai pescatori ai musicisti, dai bevitori ai bombaroli, dai pellerossa agli zingari. Una galleria di “santi” peccatori, “anime salve” rifiutate dal potere ma riscattate dalla solidarietà con gli ultimi e con i perdenti in cui il cantante-poeta ha sempre riconosciuto la sua unica religione. Personaggi che richiamano inevitabilmente il Vangelo di Matteo: «I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel Regno di Dio». Attraverso i testi delle sue canzoni, si possono esplorare quelle terre di confine dove Fabrizio De Andrè, “evangelista” anarchico e apocrifo, ha seminato la sua ricerca, i suoi dubbi e raccontato i suoi “santi” senza aureola.

Questi aspetti relativamente poco noti della poetica di De André sono stati esplorati da Paolo Ghezzi ne “Il Vangelo secondo De André” (Àncora, 2006). Non si tratta di un tentativo di “battezzare” il cantautore genovese, ma di piccola antologia del De André «curioso di Dio», del De André che «si innamorava di tutto» e si è palesemente innamorato di pagine e figure evangeliche, come emerge dal numero impressionante di analogie e di risonanze disseminate nelle sue opere.




Leggi anche:
Una poesia inedita di Fabrizio De Andrè su san Francesco

Scriveva don Andrea Gallo, grande amico di De André, nella presentazione al libro: «L’essere umano, al di là dell’appartenenza a qualche religione, può percepire la Presenza di Dio. In De André è palese, forte, profonda una voce che parte dal profondo dell’Uomo, che grida giustizia radicalmente […]. Quindi, al di là di ogni obiezione o considerazione, Fabrizio è a pieno titolo un evangelista: portavoce della profonda coscienza, dell’energia vitale umana[…]. Tutti noi siamo attratti dalla bellezza, dalla profondità, dalla struggente ricerca di riscatto della condizione umana. Questo è l’Annuncio di Fabrizio. I suoi personaggi appaiono ricchi di una fragilità che ce li rende cari (come nel Vangelo di Gesù), personaggi capaci di coinvolgerci e di indurci a cercarli fra i vicoli della Città Vecchia e nelle periferie… Quanti Miché, Marinella, Bocca di Rosa…».




Leggi anche:
L’Ave Maria di Fabrizio De André…

Attraverso i testi delle sue canzoni, si possono esplorare quelle terre di confine dove Fabrizio De André, “evangelista” anarchico e apocrifo, ha seminato la sua ricerca, i suoi dubbi e raccontato i suoi “santi” senza aureola. Proprio in questa ricerca possiamo trovare il cuore, sempre attuale, del “Vangelo secondo De André”: se un Dio esiste, è nella croce dei poveri e nel cuore dei perduti, ma puri di cuore. “Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria”.

ACQUISTA QUI IL VOLUME

http://lh5.ggpht.com/elj07TwPYZzKQ_91HVsVpE4yDcLRC3OcDm5PhdiF5VzhEKdLJ-6lsyRLD_Frlbzp3oEDUyDSR8Yz7j7k4MwZmk3vAMY=s720
Tags:
ateismofabrizio de andrèmusica
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni