Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 17 Ottobre |
Sant'Ignazio di Antiochia
Aleteia logo
home iconStorie
line break icon

L’eremita che adotta le chiese abbandonate

Shutterstock

Credere - pubblicato il 11/01/18

Prima Monterenzio, poi nel 2010 Savigno, superando le difficoltà di essere donna, laica, additata per questa “stranezza” di voler vivere da sola, custode di edifici sacri considerati propri dalle comunità. «Oggi va molto meglio, abbiamo un accordo con la curia per formare persone che vogliano intraprendere questo cammino», dice l’eremita.

«Non è semplice, molti arrivano, restano per un po’, non resistono, mollano, magari perché non riescono a staccarsi dalla famiglia. Io mi meraviglio che non ci sia un pienone perché il nostro è un progetto meraviglioso. C’è la bellezza del rapporto personale con il Signore, nella solitudine, nella preghiera e, allo stesso tempo, la forza di non essere completamente da solo, abbandonato, ma in unione spirituale con persone che hanno abbracciato la tua stessa vita, pur nella libertà di coltivare ciascuno il proprio carisma. E poi, come facevano nel passato gli eremiti, anche noi condividiamo alcuni momenti: pranziamo assieme la domenica, partecipiamo assieme alla Messa e ad altri momenti di preghiera».

Ma è il silenzio ? «base dell’ascolto del Signore» ? il compagno fedele di Viviana. «All’asilo c’era una casina degli attrezzi con dentro solo una sedia. Mi piazzavo lì e stavo bene. Da ragazza andavo alle feste, ma cercavo un anfratto dove rifugiarmi».

Erano i primi segnali. Ora c’è l’eremo in collina. Il futuro? «Il mio sogno sarebbe vivere nel deserto, d’altronde ce l’ho del sangue». Totalmente sola? «No, in una vacanza continua con Gesù».

Articolo tratto da “Credere”

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
eremitismosan francesco d'assisi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
ORDINATION
Francisco Vêneto
Ex testimone di Geova verrà ordinato sacerdote cattolico a 25 ann...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni