Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Maria Vergine antidoto a tutti i veleni del nostro secolo

VIRGIN BREASTFEEDING
Photo Josse - Leemage
"La vierge au coussin vert" Peinture d'Andrea Solario (1460-1522) 15eme siecle Dim. 0,59x0,47 m Paris, musee du Louvre
Condividi

La bellezza della verginità la intravedi ancora in certe giovani ragazze che hanno nei loro occhi casti il vertiginoso fascino del pudore. Maria Vergine è regina delle vergini consacrate, che combattono per noi la necessaria battaglia di offrire a Dio tutto di sé stesse. Maria regina di tutti i consacrati. Regina anche di quelli che cadono, ma che per Grazia ogni volta si rialzano. Testimoni di una verginità feconda perché regala a tutti la verità che la vita non è tutta “quaggiù”. Maria Vergine, insieme ai suoi consacrati, è antidoto al veleno del materialismo e della secolarizzazione.

La bellezza delle madri giovani. Il sorriso di una maternità fresca è antidoto alla disperazione. Personale. Sociale. Anche economica. Giovani madri coraggiosamente incoscienti come tante loro nonne e bisnonne. Maria è madre. Regina di tutte le madri. Alleata della maternità. Maria madre di Gesù vero uomo. Le immagini della Madonna del ‘300-‘400 in cui Maria offre a Gesù Bambino un vero seno di carne hanno difeso la fede dall’odio per la storia. La carne umana di Maria antidoto a ogni spiritualismo di “Madonne” senza volto e senza forma. Maria antidoto con il suo seno di vera donna al veleno di ecologismi animalisti che più o meno sottilmente amano tutta la natura tranne quella umana.

Penso infine alla bellezza rara del silenzio, del nascondimento. Maria madre di Dio. Custodisce tutte le cose di Gesù e le medita. Amante del silenzio, del pudore e del tempo prolungato a custodire nell’intimo tutto quello che di Dio non capisce subito, senza espellerlo impaziente. Diventa discepola del suo Figlio un po’ per volta. Maria antidoto al veleno dell’immediatismo sentimentale e dell’esternazione telematica compulsiva che disintegrano la fede.

Il nostro amore popolare per Maria unico potente antidoto al veleno di tante élite europee che disprezzano “nello stesso istante” Dio, l’uomo, la maternità e la verginità.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni