Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Piccolo manuale per l’infelicità: come rovinarsi la vita in poche mosse

Condividi
Aspiranti infelici di tutto il mondo unitevi! Ecco a voi, finalmente, un manuale per combattere la felicità e sconfiggerla in poche mosse. Un corso base adatto a tutti: per i principianti che compiono i primi passi nell’arte della vita infelice e per coloro che sono già sulla buona strada per divenire infelici e contenti.

L’infelicità è effimera e passeggera, ma è provato che si può raggiungere un discreto livello e una certa costanza, basta volerlo! Spesso infatti ci siamo quasi: ci troviamo sull’orlo della piena infelicità, dell’insoddisfazione esistenziale, della tristezza ontologica ma poi, sul più bello, inaspettatamente, la felicità riesce ad avere la meglio e a prendere il sopravvento su di noi offrendoci attimi di soddisfazione, realizzazione e autenticità palpabile. Così come è successo a quella ragazza che a 18 anni “prometteva veramente bene come infelice” (perennemente insoddisfatta, sfatta, incostante, rancorosa, alternativa…) ma poi, a 35 anni, si è ritrovata “afflitta da una felicità quassi irreversibile”, felice e contenta. Una storia fatta di scelte sbagliate, e tragici risvolti; un totale fallimento!

È per questo che abbiamo bisogno di aiuto (ammettiamolo una volta per tutte!) perché nessuno di noi può diventare infelice da solo, con le proprie forze. Sarebbe presuntuoso illuderci di potercela fare da soli, il cammino verso l’esistenza infelice richiede impegno, disciplina e – soprattutto – un buon metodo! Per questo il cielo (o forse l’inferno?) ci ha inviato un oscuro maestro per guidarci nell’arte dell’infelicità, non perché sia un essere triste e sfigato che abita le profonde e fetide fogne della società, ma perché sembra essere abbastanza esperto di cose dell’anima – per esperienza personale e grazie alla “simpatica osservazione dei miei simili” – da poter farci da guida in questo viaggio negli abissi del nostro mondo interiore.

Infelici e contenti. L’arte di rovinarsi la vita” è il titolo del manualetto di infelicità pubblicato dalla Castelvecchi e scritto da Nerosfina, pseudonimo di un misterioso personaggio che si presenta così: “Sono un uomo di mezza età, un tipo piuttosto serio, vivo da solo, per lavoro parlo con molta gente, non esco quasi mai la sera, partecipo a molti funerali e pochi matrimoni, vesto sempre di nero perché, si sa, il nero sfina” (p. 10).

L’autore passa le ore ad ascoltare la gente, lo fa per lavoro, e la gente lo ripaga tirando fuori il peggio di sé e confidandogli trucchi e strategie corroborate sul campo.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni