Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 18 Settembre |
San Giuseppe da Copertino
home iconStile di vita
line break icon

Sapete perché ci lamentiamo così spesso? Perché siamo abituati!

Shutterstock

Paola Belletti - Aleteia Italia - pubblicato il 27/12/17

E sebbene lo psicoterapeuta indichi come frasi sospette alcune delle mie espressioni più ricorrenti, “tu non capisci il mio dolore, non sai cosa ho passato”, cercherò di non farmi impressionare, soprattutto visto il consiglio, saggio e ragionevole, che mette a chiusura dell’intervista.

Alla domanda su come cavarsela quando si ha a che fare con “lamentoni professionisti” dice, senza troppi giri, che il rischio contagio è reale e serio. E per questo motivo è bene stare attenti a non venire infettati.




Leggi anche:
Le emozioni sono contagiose: per essere felici, rendiamo felici le persone con cui viviamo!

«Possiamo aiutarli a capire che lamentarsi non risolverà i loro problemi, ma allo stesso tempo non dobbiamo lasciarci “contagiare”. Frequentare persone negative ci rende negativi, perché il cervello si plasma in base agli stimoli cognitivi a cui viene esposto. Dunque, rendiamoci esempio, stimolo e modello, ma senza cadere nella rete. E ricordiamo sempre che tutti i nostri sogni possono diventare realtà se abbiamo il coraggio di perseguirli». (Ibidem)

Per cui, come al solito, ha ragione mio marito. Ma non andateglielo a dire ché poi si monta la testa (almeno fino a che non avremo pubblicato un contributo scientifico su come gestire le “persone che si montano la testa”).

Per maggiori informazioni e abbonarsi alla rivista “BenEssere”

  • 1
  • 2
Tags:
lamentarsipsicologia

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
3
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni