Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
home iconStile di vita
line break icon

5 cose che dovreste fare tra Natale e Capodanno

Tookapic | CC0

Zoe Romanowsky - pubblicato il 22/12/17

Per i principianti, non togliete l'albero! È una settimana per tener vivo lo spirito delle feste...

Il countdown al Natale è iniziato, e ci sono ancora tante cose da fare prima che arrivi il grande giorno. Al di là di stendervi sul divano sfiniti per tutti i festeggiamenti il giorno dopo, cos’avete sull’agenda tra Natale e Capodanno? Ecco cinque cose che potreste considerare di inserire nella vostra settimana…

Sviluppare una tradizione del Boxing Day

Il giorno dopo il Natale richiede un po’ di calma, ma può anche essere speciale. In Paesi come la Gran Bretagna, il Canada, l’Australia e il Ghana, il giorno che segue il Natale è una festa chiamata Boxing Day. Nonostante il nome, non ha nulla a che fare con il dare un pugno a qualcuno perché vi ha fatto un regalo che non gradite. Ci sono molte storie che spiegano questa tradizione, una delle quali risale a quando i membri più facoltosi della società inglese offrirono “Christmas boxes” (scatole natalizie) contenenti doni e denaro ai servitori e ai commercianti come ricompensa per i loro servizi. Un’altra storia deriva dalla pratica post-natalizia delle chiese di raccogliere denaro in alcune scatole per poi donarlo ai poveri. Il Boxing Day può essere un giorno di festa in sé, con visite a parenti o amici, preparazione di un pasto speciale, canzoni da cantare intorno al piano, film o giochi serali – tutto ciò che volete. Anche se non volete definirlo Boxing Day, rendete il giorno dopo Natale festivo in sé.

Fare qualche proposito per l’Anno Nuovo

Questa è la settimana per fare propositi per l’anno nuovo. Se siete scettici sui buoni propositi perché in passato non hanno mai funzionato, quest’anno provate qualcosa di nuovo… cercate di scegliere solo una cosa da realizzare nel 2018, o scegliete un tema, una citazione o un passo della Scrittura che vi guidi nel raggiungere i vostri obiettivi. Questo articolo recente di Aleteia vi suggerisce di approcciare i buoni propositi usando il “principio della palla di neve”. Qualunque cosa facciate, fate sì che l’anno che viene sia un’opportunità per un nuovo inizio.

Scrivere biglietti di ringraziamento

Questa settimana è in genere un po’ più lenta delle altre, e quindi è un ottimo momento per sedersi e scrivere qualche biglietto di ringraziamento per tutti i bei regali che avete ricevuto – e per aiutare i bambini a fare lo stesso. Semplificatevi la vita comprando dei biglietti appositi, o facendone di semplici. Non c’è niente come un ringraziamento scritto a mano che esprima riconoscenza per un dono e auguri un buon anno nuovo!

Progettare qualcosa di speciale per il primo dell’anno

La maggior parte delle persone fa progetti per la notte di Capodanno e considera il primo giorno dell’anno nuovo un momento per riprendersi dai festeggiamenti, ma anche il primo dell’anno merita il suo spazio. Nel calendario cristiano è un giorno speciale per celebrare la Beata Vergine Maria, e quindi è un’occasione perfetta per cibi speciali, una visita o una telefonata ai genitori, o anche solo per un po’ di tempo a casa rilassandosi accanto all’albero e godendosi la compagnia dei propri cari.

Continuare a festeggiare!

Non è la settimana per togliere l’albero, rimuovere le decorazioni e tornare alla vita di sempre. No, il Natale dura più di un giorno solo! In base al calendario che seguite, il Natale dura almeno fino all’Epifania, il 6 gennaio. Avete sentito parlare poi dei 12 giorni del Natale, vero? Anche se dovete tornare al lavoro subito dopo Natale e tutti gli altri riprendono rapidamente la solita vita, mantenete lo spirito natalizio progettando pasti e dolci speciali, mettete musica natalizia in macchina e mettete da parte qualche regalo natalizio da aprire nei giorni successivi. Continuate a festeggiare!

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
anno nuovocapodannonatalepropositi
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni