Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 22 Aprile |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Si possono amare due donne allo stesso tempo?

web3-couple-love-serious-laying-down-toa-heftiba-unsplash

Toa Heftiba / Unsplash

Dolors Massot - pubblicato il 18/12/17

L'uomo lo dice molto seriamente, ma siamo sicuri che ami pienamente entrambe?

Abbiamo solo un cuore per amare, e ci dà non pochi problemi. Alcune volte il percorso è tranquillo, in altre occasioni è un vero campo di battaglia, in cui si presentano i sentimenti, le emozioni, le passioni, la volontà, la fantasia, l’immaginazione… A volte neanche la persona stessa riesce ad avere le idee chiare, e agli uomini non piace raccontare i propri problemi a un’altra persona.

A partire da una certa età, in amore alcuni si trovano davanti a situazioni difficili da risolvere.

Spesso un uomo maturo ha percorso la sua vita accanto a una donna. Se ne è innamorato, si sono sposati e hanno avuto dei figli. Con lei ha attraversato problemi economici, le tante malattie dei bambini, incidenti, dispiaceri, lotte per mandare avanti la famiglia… Momenti positivi e negativi.

La “tappa di montagna”

In un processo che prima o poi arriva, appare quella che nel ciclismo viene considerata la “tappa di montagna”. Nella vita familiare c’è la routine, sembra che nulla dia piacere, non c’è divertimento, ogni domenica pomeriggio è la stessa. Si mangiano le stesse cose, si parla delle stesse cose, non c’è divertimento, non si prevedono cambiamenti e se ci saranno non potranno che essere negativi. Nella vita di coppia si fanno largo la noia e la perdita di interesse. Lei non è più attraente come un tempo. E arrivano i rimproveri: si sta trascurando, sa parlare solo di problemi e del fatto che mancano i soldi in casa, pensa solo ai bambini e non a me…

E un bel giorno arriva una scintilla. La provoca – in genere – una donna nuova all’orizzonte: una collega di lavoro, l’amica di un amico, una segretaria, una vicina… E un lei tutto sembra l’altra faccia della medaglia: niente problemi o malumori, nuovi temi di conversazione, ottimo aspetto… Si verifica un innamoramento, un’attivazione del cervello rettiliano (quello degli istinti: cibo, bevande, sesso, sonno, dolore) che può durare fino a tre anni.

Durante l’innamoramento, mentre lui non si trova affatto bene a casa, sembra che la nuova donna faccia tutto bene. Lui, che inizia già ad avere qualche acciacco anche se non vuole riconoscerlo, prova uno stimolo potente che lo fa rinascere: è capace di mettersi in sella a una bicicletta quando non lo aveva mai fatto prima, di cantare in un karaoke… Ci sono novità, speranze, un pizzico di follia… E si inizia invitando per un caffè, per una conversazione distesa, per poi passare in un punto più appartato in cui nessuno li vede.

Ricordate il film Il Dottor Zivago? Lui è sposato con una brava donna (Geraldine Chaplin) ma mancano le scintille. All’improvviso conosce la bella Lara (Julie Christie).

Giunti a questa fase, alcuni uomini sono incapaci di vedere al di là di quello che lascia loro la scarica di ormoni: ossitocina, endorfine, dopamina… I neurotrasmettitori si incaricano di inviare messaggi al cervello sotto forma di piacere e felicità. Lo descrive molto bene la frase sull’innamorato “Ha occhi solo per lei”.

In quel momento risulta molto difficile analizzare le cose con chiarezza, perché “il quartetto della felicità” (così vengono chiamate queste tre sostanze insieme alla serotonina) invade tutto completamente. Ha descritto bene questa situazione la Storia dell’Arte dipingendo o scolpendo Cupido con gli occhi bendati: l’amore (da innamoramento) è cieco.

L’uomo che si trova in questa circostanza, però, ha una coscienza, e qualcosa gli rimorde. C’è un grillo parlante che gli sussurra all’orecchio “E tua moglie?” – grillo parlante che a volte ha sembianze umane: un amico intimo, un fratello che si è accorto della situazione, qualcuno che ci vuole bene…

Diego el Cigala (con Bebo Valdés al piano) lo descrive perfettamente nel brano Corazón loco (Cuore pazzo): “Una è l’amore sacro, compagna della mia vita, sposa e madre allo stesso tempo. L’altra è l’amore proibito, complemento della mia anima a cui non rinuncerò. E ora sapete come si possono amare due donne allo stesso tempo”.

Da qui sorge il problema, quando gli uomini sono convinti che per essere felici hanno bisogno dell’“altra”, e che la amano come amano la moglie.

In effetti nell’“altra” hanno trovato qualcosa di diverso: affetto, nuovi sentimenti che si risvegliano, un affetto rinnovato, la speranza che era stata perduta… Ma non confondiamoci: è solo innamoramento, è un “eros”, una pulsione sessuale che non dura molto tempo. Per quanto ci piacciano i fuochi artificiali, durano al massimo un’ora e mezza, no? Quel “secondo amore” è condannato a spegnersi.

Bisogna allora rinunciare a quella “felicità” che suscita il fatto di stare con quella seconda donna? Quello che si deve cercare di fare è unire in un unico amore la felicità che abbiamo trovato “a pezzi”.

L’esperienza degli uomini che si sono sentiti rapiti da un’altra donna è che presto o tardi quel rapporto non prospera, si spezza o semplicemente finisce perché svanisce l’illusione.

Trovare la pienezza

Visto che sappiamo che era quello che ci mancava, perché non riorientare l’amore verso l’unica donna della vita? Un errore può servire a rafforzare la relazione, a scoprire ciò che mancava e a ricominciare. A volte serviranno dialogo e una richiesta di aiuto, altre la forza di volontà fa sì che si torni a stare bene in casa.

Se le domeniche vi annoiano, iniziate a cambiarvi d’abito e ad alzarvi dal divano. Da quanto non trattate vostra moglie come un’amante, da quanto tempo non la fate sentire desiderata? Avete provato a mandarle un messaggio su whatsapp che la faccia sorridere quando è al lavoro? Ricordate l’ultima volta in cui le avete detto che l’amate o neanche quello? Vi siete impegnati a riconquistarla come vi siete impegnati a conquistare l’“altra”? Serviranno sicuramente sacrifici in questa parte del processo, ma ne vale la pena.

L’amore di coppia è esclusivo. Vuole tutto dall’altro. Non accetta di essere condiviso. Ordina che ci sia un’unica persona dall’altra parte, e la vuole tutta intera. Quando la trova, allora è la pienezza. Alla fine della “tappa di montagna” si trova la meta, e quella felicità è impagabile.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
amorerelazione
Top 10
See More