Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Si possono amare due donne allo stesso tempo?

Condividi

L'uomo lo dice molto seriamente, ma siamo sicuri che ami pienamente entrambe?

Abbiamo solo un cuore per amare, e ci dà non pochi problemi. Alcune volte il percorso è tranquillo, in altre occasioni è un vero campo di battaglia, in cui si presentano i sentimenti, le emozioni, le passioni, la volontà, la fantasia, l’immaginazione… A volte neanche la persona stessa riesce ad avere le idee chiare, e agli uomini non piace raccontare i propri problemi a un’altra persona.

A partire da una certa età, in amore alcuni si trovano davanti a situazioni difficili da risolvere.

Spesso un uomo maturo ha percorso la sua vita accanto a una donna. Se ne è innamorato, si sono sposati e hanno avuto dei figli. Con lei ha attraversato problemi economici, le tante malattie dei bambini, incidenti, dispiaceri, lotte per mandare avanti la famiglia… Momenti positivi e negativi.

La “tappa di montagna”

In un processo che prima o poi arriva, appare quella che nel ciclismo viene considerata la “tappa di montagna”. Nella vita familiare c’è la routine, sembra che nulla dia piacere, non c’è divertimento, ogni domenica pomeriggio è la stessa. Si mangiano le stesse cose, si parla delle stesse cose, non c’è divertimento, non si prevedono cambiamenti e se ci saranno non potranno che essere negativi. Nella vita di coppia si fanno largo la noia e la perdita di interesse. Lei non è più attraente come un tempo. E arrivano i rimproveri: si sta trascurando, sa parlare solo di problemi e del fatto che mancano i soldi in casa, pensa solo ai bambini e non a me…

E un bel giorno arriva una scintilla. La provoca – in genere – una donna nuova all’orizzonte: una collega di lavoro, l’amica di un amico, una segretaria, una vicina… E un lei tutto sembra l’altra faccia della medaglia: niente problemi o malumori, nuovi temi di conversazione, ottimo aspetto… Si verifica un innamoramento, un’attivazione del cervello rettiliano (quello degli istinti: cibo, bevande, sesso, sonno, dolore) che può durare fino a tre anni.

Durante l’innamoramento, mentre lui non si trova affatto bene a casa, sembra che la nuova donna faccia tutto bene. Lui, che inizia già ad avere qualche acciacco anche se non vuole riconoscerlo, prova uno stimolo potente che lo fa rinascere: è capace di mettersi in sella a una bicicletta quando non lo aveva mai fatto prima, di cantare in un karaoke… Ci sono novità, speranze, un pizzico di follia… E si inizia invitando per un caffè, per una conversazione distesa, per poi passare in un punto più appartato in cui nessuno li vede.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni