Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La leggenda natalizia del crisantemo

CC
Condividi

Una di quelle storie popolari che dal Medioevo scaldano il cuore

Condividiamo questo racconto popolare natalizio menzionato dall’autore Malba Tahan nella sua raccolta Lendas do Céu e da Terra:

* * *

La leggenda del crisantemo

Nella Foresta Nera viveva un contadino di nome Hermann. Alla vigilia di Natale, mentre tornava a casa, vide un bambino povero che era caduto nella neve e stava quasi per morire.

Rattristato dalla situazione del bambino, lo prese tra le braccia e lo portò nella sua modesta capanna. Anche la moglie del contadino e i suoi figli ebbero compassione del piccolo, con cui condivisero allegramente l’umile cena che avevano preparato.

Il bambino, confortato dalla bontà di quelle persone, trascorse la notte in quella capanna poverissima, e il mattino seguente scomparve senza che nessunno se ne accorgesse.

Qualche giorno dopo, in una chiesa, l’attenzione del contadino venne attirata da una stampa nella quale appariva il Bambino Gesù. Con stupore, verificò la somiglianza tra il Salvatore e il bambino povero che aveva accudito la notte di Natale.

Non c’era dubbio: il piccolo che aveva soccorso e curato nel povero capanno era il Bambino Gesù!

Colpito dalla scoperta, Hermann decise di tornare sul luogo in cui lo aveva incontrato, e verificò che in mezzo alla neve erano cresciuti miracolosamente vari fiori di straordinaria bellezza. Ne prese cinque e li portò alla moglie.

Quel fiore venne chiamato crisantemo, dal greco chrysós, “oro”, o Christós, “Cristo”, e ánthemon, “fiore”, ovvero fiore di Cristo o fiore d’oro (quest’ultima è la traduzione riconosciuta a livello etimologico, l’altra è una versione popolare).

Dal blog Almas Castelos

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.