Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Comunione ai divorziati risposati: ecco cosa ha stabilito Papa Francesco

PAPIEŻ FRANCISZEK PODCZAS NAUCZANIA
AFP/EAST NEWS
Condividi

La “traccia” dei vescovi argentini diventa “magistero autentico”. Queste le indicazioni che dovranno seguire vescovi e sacerdoti di tutte le diocesi

La risposta di Papa Francesco 

Papa Francesco subito dopo aver ricevuto la lettera, rispose con favore alle osservazioni dei vescovi, stroncando così i “dubia” sulla corretta interpretazione dell’VIII Capitolo di Amoris laetitia:

Vaticano, 5 settembre 2016

Mons. Sergio Alfredo Fenoy

Delegato della Regione Pastorale di Buenos Aires

Caro fratello,

ho ricevuto il testo della Regione Pastorale di Buenos Aires “Criteri fondamentali per l’applicazione del capitolo VIII della Amoris laetitia”. Grazie di cuore per avermelo inviato e complimenti per il lavoro che avete svolto, un vero esempio di accompagnamento ai sacerdoti… e sappiamo tutti quanto sia necessaria questa vicinanza del vescovo al suo clero e del clero al vescovo. Il prossimo “più prossimo” del vescovo è il sacerdote, e il comandamento di amare il prossimo come se stessi inizia, per noi vescovi, proprio con i nostri presbiteri.

Questo testo è molto valido e spiega esaurientemente il senso del capitolo VIII della Amoris laetitia. Non ci sono altre interpretazioni. E sono certo che farà molto bene. Il Signore ricompensi questo sforzo di carità pastorale.

È proprio la carità pastorale che ci spinge a uscire per incontrare chi è lontano, e una volta trovatolo ad avviare un cammino di accoglienza, accompagnamento, discernimento e integrazione nella comunità ecclesiale. Sappiamo che è faticoso, si tratta di una pastorale “corpo a corpo” che non si soddisfa con le mediazioni programmatiche, organizzative o legali, seppur necessarie. Semplicemente: accogliere, accompagnare, discernere, integrare. Di questi quattro atteggiamenti pastorali, quello meno coltivato e praticato è il discernimento, e ritengo ugente la formazione nel discernimento, personale e comunitario, nei nostri seminari e presbiteri.

Vorrei infine ricordare che la Amoris laetitia è stata il frutto del lavoro e della preghiera di tutta la Chiesa, con la mediazione di due Sinodi e del Papa. Per questo vi raccomando una catechesi completa dell’Esortazione che aiuterà certamente la crescita, il consolidamento e la santità della famiglia.

Vi ringrazio nuovamente per il lavoro svolto e vi esorto ad andare avanti nelle varie comunità della diocesi nello studio e nella catechesi della Amoris laetitia.

Vi prego di non dimenticarvi di pregare e far pregare per me.

Gesù vi benedica e la Vergine Santa vi protegga.

Fraternamente,

Francesco

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni