Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconStorie
line break icon

A Napoli dopo il "caffè sospeso" anche barba e capelli gratis per le famiglie più povere

BARBER VOLOUNTEER

Facebook - Salvi per un pelo

Silvia Lucchetti - Aleteia Italia - pubblicato il 12/12/17

I parrucchieri e i volontari dell'associazione "Salvi per un pelo" tagliano gratuitamente i capelli a chi non può permettersi il coiffeur

È sempre bello leggere notizie come questa! Soprattutto in un periodo dell’anno così speciale che ci prepara alla nascita di Gesù. La generosità partenopea è maestra e ci è d’esempio. Infatti dopo il “caffè sospeso”, ovvero la pratica di lasciare pagato un caffè al bar per “offrirlo” a chi non ha i soldi, arrivano barba, capelli e parrucco gratis.

“Salvi per un pelo”

A Napoli infatti l’associazione “Salvi per un pelo”, formata da parrucchieri ed estetiste, offre gratuitamente mani e forbici (e pinzette) per le famiglie in difficoltà economiche che non possono permettersi il coiffeur. Agli uomini barba e capelli e alle signore taglio e semplici trattamenti viso come la cura delle sopracciglia. E noi donne sappiamo quanto voglia dire! Perché a volte basta vedersi in ordine per affrontare con più grinta le prove della vita e i momenti difficili.

A colpire non è solo la gratuità del servizio offerto da questi professionisti ma la riflessione sugli effetti benefici che le persone ricevono: il sorriso, la gentilezza, la speranza e la bellezza che questi operatori attraverso la loro professione regalano con una chioma vaporosa e una rasatura perfetta.

Infatti questo servizio per chi è in difficoltà economica non riveste solo il significato di cura per l’immagine estetica,  ma rivela un’attenzione speciale alla dignità dell’altro che beneficia di questa iniezione di autentica solidarietà.

“È un modo per dare un significato concreto al Natale che si avvicina”

Il presidente dell’associazione Pasquale Penza ha parlato dell’iniziativa ne ha spiegato la motivazione profonda:

“Ci sono tante richieste da parte delle associazioni di senza fissa dimora. Ogni settimana cerchiamo di fare fronte spostandoci in varie zone della città”.(Huffpost.it)

E poi:

“La nostra maggiore soddisfazione è quella del ringraziamento che riceviamo da queste persone. È un modo per dare un significato concreto al Natale che si avvicina”. (Huffpost.it)

Soprattutto padri di famiglia

Non sono solo i clochard ad usufruire di questi servizi, ma a presentarsi di fronte alle forbici sono soprattutto padri di famiglie monoreddito con problemi economici a causa della crisi e la pressante responsabilità di mantenere dignitosamente i figli. Quindi di solito sono costretti per risparmiare ad arrangiarsi da soli o a farsi tagliare i capelli dalle loro mogli. Per carità, un gesto bellissimo, ma l’esito finale dipende dalle capacità manuali della consorte. Nel mio caso il marito non sarebbe particolarmente fortunato! 🙂

Pasquale Penza insieme al suo gruppo di collaboratori organizzano con passione e precisione gli appuntamenti in modo che tutto si svolga ordinatamente nel miglior modo possibile.

Il salone – provvisto di poltrone e phon – è stato allestito, con l’aiuto della quarta Municipalità presieduta da Giampiero Perrella, nel piazzale antistante la scuola Dante Alighieri. Solitamente l’iniziativa si svolge il lunedì, giorno di chiusura di questi esercizi, ma domenica scorsa in occasione della festa dell’Immacolata il servizio è stato offerto di domenica in piazza Carlo III, di fronte al Real Albergo dei Poveri, la grandiosa opera settecentesca voluta da Carlo III di Borbone per offrire riparo agli indigenti.

Possiamo scherzosamente concludere che grazie a questa iniziativa i napoletani in difficoltà non avranno più “un diavolo per capello”, ma angeli armati di forbici per domare le loro chiome.

Tags:
generositanapolisolidarieta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni