Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Qual è l’origine delle palline di Natale?

© Guy Rebmeister - CIAV Meisenthal
La pallina di Natale tradizionale, in vetro, soffiata a Meisenthal, nei Vosgi del Nord
Condividi

Nell'inverno 1858 sui Vosgi del Nord, in Francia, rimasero senza mele rosse con cui decorare l'albero di Natale. Un padre di famiglia artigiano del vetro usò la sua immaginazione...

Nessuno ricorda il nome di questo ispirato soffiatore che diede vita a una tradizione che si è poi diffusa in tutte le culture.

Dal 1858 la fabbrica di vetro di Goezenbruck iniziò a produrre, oltre ai vetri ottici, fino a 250.000 palline di vetro all’anno, che venivano esportate in tutto il mondo.

La produzione si fermò nel 1964, quando la plastica sostituì il vetro.

© Guy Rebmeister / Palline di Natale prodotte dalla vetreria di Goetzenbruck

Palline di Natale, tra tradizione e design

I forni si accesero di nuovo in un villaggio vicino, Meisenthal, nel 1999. Da allora è ripresa la traduzione delle palline di Natale tradizionali, tonde e colorate.

Tutte sono dotate di un anello di vetro che permette di attaccarle all’albero di Natale, ma attenzione alle correnti d’aria e a maneggiarle con cura!

© Guy Rebmeister – CIAV Meisenthal / Mela di vetro da appendere all'albero di Natale

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.