Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconFor Her
line break icon

Il vademecum per il sano sviluppo del bambino dai 4 ai 7 mesi

Pixabay/vborodinova

Ospedale Bambino Gesù - pubblicato il 05/12/17

Svezzamento, sonno, primi denti... niente paura: ecco i consigli dei medici dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Da 4 a 7 mesi: come cresce, cosa vede e come si muove

Il bambino tra i 4 e i 7 mesi prende all’incirca 150-180 grammi di peso la settimana, si allunga di circa 2 cm al mese e la sua circonferenza cranica aumenta di 2,5 cm.

A 4 mesi la visione arriva ormai a parecchi metri di distanza. Comincia a distinguere bene i colori e segue con gli occhi i movimenti cercando oggetti nuovi. Ormai non si limita a vedere, comincia a guardare. Portandolo a spasso per casa troverà senz’altro qualche oggetto che attira la sua attenzione. Anche lo specchio diventa una scoperta affascinante. Contemporaneamente si sviluppa la sua capacità di muoversi: comincia a ruotare il corpo sui lati e tenta di mettersi seduto con l’aiuto delle braccia. Verso i sei mesi riuscirà a stare seduto da solo. Afferra gli oggetti e li porta da una mano all’altra anche se non è ancora capace di trattenerli con il pollice.

Bambin Gesù

Lo svezzamento

Fino a 6 mesi è bene che il bambino si nutra esclusivamente con il latte della mamma oppure, se manca, con il latte artificiale. Tutti i bambini nascono con un riflesso che fa loro spingere la lingua in fuori quando la bocca viene a contatto con qualcosa di solido. Quindi il bambino spingerà in fuori con la lingua il cucchiaio o qualunque altro strumento si tenti di infilargli in bocca. Questo riflesso scompare gradualmente tra il quarto e il quinto mese di vita: a sei mesi è pronto per la prima pappa. Ma lo svezzamento o alimentazione complementare ha un significato ben più importante: il bambino abbandona gradualmente la “simbiosi” con la mamma – una sorta di paradiso terrestre – e imbocca la via dell’indipendenza.

Un grande dispiacere, quindi, ma allo stesso tempo una spinta molto importante verso l’emancipazione e la scoperta del mondo.

Bambin Gesù

Il sonno

A questa età, quasi tutti i bambini hanno bisogno di un paio di sonnellini durante la giornata: di solito uno la mattina e l’altro il pomeriggio. È importante che impari a coricarsi la sera sempre alla stessa ora, magari con l’aiuto di un rituale: un bagnetto caldo, un massaggio, il racconto di una favola…

Occorre pazienza perché il bambino sviluppi il proprio ritmo del sonno. Se piange quando lo si lascia solo, meglio rassicurarlo con poche parole e abbandonare rapidamente la stanza.

Bambin Gesù




Leggi anche:
La crescita del bambino nei primi 30 giorni di vita

I primi denti

Compaiono proprio in questi mesi ma, se tardano, non è il caso di preoccuparsi: nulla è più variabile della dentizione che qualche volta inizia intorno all’anno. In genere compaiono prima gli incisivi centrali, inferiori o superiori. Seguono i primi molari e i canini. Spesso la dentizione provoca irritabilità e, più raramente, febbricola. Di solito il bambino sbava ed è preso dalla frenesia di mordere qualcosa di duro. Si può aiutarlo massaggiando le gengive con un dito oppure offrendogli appositi anelli di gomma. Meglio evitare le creme per massaggiare le gengive, inutili se non dannose. I nuovi dentini vanno invece spazzolati con uno spazzolino morbido, per il momento senza dentifricio.

Per prevenire le carie, dobbiamo evitare le bevande zuccherate (fanno male anche per molti altri motivi) e fare in modo che il bambino non si addormenti con il biberon del latte in bocca.

Bambin Gesù

Mente e linguaggio si sviluppano

È l’età in cui i bambini cominciano a scoprire il “principio di causa-effetto”. Agitandole, le chiavi fanno un bel rumore e lo stesso fa la campanella. Un bel rumore fa anche il bicchiere quando lo si fa cadere dal seggiolone. Inoltre mamma e papà dovranno raccoglierlo e rimetterlo sul seggiolone: altro buon motivo per farlo cadere di nuovo!

Un’altra scoperta fondamentale è la “permanenza dell’oggetto”. Nei mesi precedenti, quando la mamma usciva dalla stanza era semplicemente scomparsa, non esisteva più. Ecco la ragione di molti strilli – ed anche di angoscia – nei primi mesi di vita. Ma ora le cose cambiano e lo dimostra anche la grande passione per il “nascondino”: mamma scompare dietro un angolo ma ecco…ricompare. Oppure copre e poi scopre il volto con le mani: la ricomparsa è sempre seguita da gridolini di gioia e da un gran bel sorriso.

Si sviluppa il linguaggio. Comincia a imitare i suoni che ascolta e parole semplici come mamma, papà, tata. Utilizza la voce per esprimere gioia o malcontento. Gorgheggia, vocalizza, risponde al proprio nome e sa riconoscere le emozioni dal tono di voce di chi gli sta parlando.

Bambin Gesù

La personalità si impone

Esplorando senza posa il mondo che lo circonda, il bambino comincia a manifestare i propri sentimenti. In alcuni casi riesce ad ottenere quel che vuole – ad afferrare un oggetto, a provocare un suono – ma altre volte non ci riesce. Nel primo caso manifesta soddisfazione (sorride, manda urletti di gioia). Nel secondo caso manifesta insoddisfazione o rabbia per l’insuccesso, in genere con il pianto.

Compaiono così i primi tratti della personalità: alcuni bambini sono e rimarranno allegri, felici di esprimere soddisfazione e capaci di superare rapidamente le frustrazioni. Altri si riveleranno testarsi e musoni e altri ancora compiacenti e timidi. Meglio adattarsi al temperamento del bambino – così come ci adattiamo a quello di amici e parenti – piuttosto che tentare di modificarlo, impresa destinata quasi certamente al fallimento.

Come aiutare lo sviluppo della mente

Siamo in un periodo cruciale per lo sviluppo del cervello e della mente. Alcune attività possono aiutarlo.

Un box sicuro e ben attrezzato permette al bambino di muoversi, di giocare e di esplorare in tutta sicurezza il mondo che lo circonda. Ma occorre molto di più:

– parlare e cantare mentre gli facciamo il bagnetto, gli diamo la pappa, giochiamo, passeggiamo o guidiamo;

– rispondere al vocalizzo con un vocalizzo, ad un sorriso con il sorriso, ad una smorfia con la medesima smorfia: è cominciata la comunicazione!

– leggere i libri ad alta voce cominciando a mostrare le figure. Il bambino adora la voce di mamma e papà e dopo un po’ comincerà anche a “leggere il libro”, a modo suo, s’intende;

– regalare giochi che stimolano la mente: uno specchio infrangibile, palle soffici che suonano, strumenti musicali, sonagli, libri illustrati per bambini di tessuto lavabile o di vinile, tutto a colori molto vivaci.




Leggi anche:
La crescita e lo sviluppo del vostro bambino nei primi 3 mesi di vita

  • 1
  • 2
Tags:
bambinisalutesvezzamento

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni