Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché in Avvento non si canta il Gloria?

Pascal Deloche / Godong
Condividi

Risposte a questo e ad altri dubbi sul periodo di preparazione al Natale

Molti fedeli hanno dell’Avvento una comprensione intuitiva e basata sull’esperienza, ma cosa dicono i documenti della Chiesa su questo periodo di preparazione al Natale?

Ecco alcune delle domande e risposte più comuni sull’Avvento, che quest’anno è iniziato il 3 dicembre.

Leggi anche: Avvento: una guida di 4 settimane per prepararvi intensamente

1. Qual è il proposito dell’Avvento?

L’Avvento è un periodo del calendario liturgico della Chiesa, nella fattispecie del calendario della Chiesa latina, che è la più grande in comunione con il Papa. Altre Chiese cattoliche – come molte non cattoliche – hanno la propria celebrazione dell’Avvento.

Secondo le Norme Generali per l’Anno Liturgico e il calendario, questa festa ha un duplice significato: in primo luogo è un periodo per prepararci al Natale, quando ricordiamo la prima venuta di Cristo, e in secondo luogo è un periodo che fa direttamente appello alla mente e al cuore per aspettare la seconda venuta di Cristo alla fine dei tempi.

L’Avvento è allora un periodo di attesa devoto e gioioso che ci ricorda le due venute di Cristo.

Leggi anche: Pregare con la Corona d’Avvento

2. Perché non si canta né si recita il Gloria?

Durante l’Avvento non si recita il Gloria perché è uno dei modi per esprimere concretamente il fatto che finché dura il nostro pellegrinaggio manca qualcosa perché la gioia sia completa.

Quando il Signore sarà presente in mezzo al suo popolo, la Chiesa sarà arrivata alla sua festa completa, con la solennità del Natale del Signore, quando viene cantato di nuovo il Gloria.

Il Messale Romano segnala che il Gloria viene recitato o cantato di domenica, eccetto nei periodi liturgici dell’Avvento e della Quaresima.

Le eccezioni a questa regola durante l’Avvento sono la solennità dell’Immacolata Concezione, l’8 dicembre, e la festa della Madonna di Guadalupe, il 12 dicembre.

3. Qual è il colore liturgico di questo periodo?

Il colore normale dell’Avvento è il viola. Secondo il numero 346 dell’Ordinamento Generale del Messale Romano (OGMR), “il colore viola si usa nel tempo di Avvento e di Quaresima. Si può usare negli Uffici e nelle Messe per i defunti”.

In molti luoghi c’è una notevole eccezione per la terza domenica d’Avvento, nota come domenica Gaudete: “Il colore rosaceo si può usare, dove è tradizione, nelle domeniche Gaudete (III di Avvento) e Laetare (IV di Quaresima)” (OGMR, 346).

4. L’Avvento è un periodo penitenziale?

Spesso pensiamo all’Avvento come a un periodo penitenziale, perché il colore liturgico è il viola, come in Quaresima. Secondo il canone 1250 del Codice di Diritto Canonico, “sono giorni e tempi di penitenza nella Chiesa universale, tutti i venerdì dell’anno e il tempo di Quaresima”.

Anche se le autorità locali possono stabilire giorni penitenziali aggiuntivi, questa è una lista completa dei giorni e dei periodi penitenziali della Chiesa latina nel suo insieme, e l’Avvento non è uno di questi.

Leggi anche: La bella idea del calendario d’Avvento “a rovescio”

5. Come sono decorate le chiese?

Il numero 305 dell’OGMR chiede che “nel tempo d’Avvento l’altare sia ornato di fiori con quella misura che conviene alla natura di questo tempo, evitando di anticipare la gioia piena della Natività del Signore”.

“L’ornamento dei fiori sia sempre misurato e, piuttosto che sopra la mensa dell’altare, si disponga attorno ad esso”.

6. Quali espressioni di pietà popolare possiamo usare in questo periodo?

Esistono varie espressioni di pietà popolare che la Chiesa ha riconosciuto perché vengano usate durante l’Avvento. Tra queste ci sono la Corona d’Avvento, le processioni, la solennità dell’Immacolata Concezione l’8 dicembre, la novena di Natale, il presepio…

Leggi anche: Quest’anno preparate il presepe a tappe!

Bonus: come dev’essere la musica?

L’OGMR chiede che “in tempo d’Avvento l’organo e altri strumenti musicali siano usati con quella moderazione che conviene alla natura di questo tempo, evitando di anticipare la gioia piena della Natività del Signore”.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni