Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconChiesa
line break icon

Il ragazzo diventato santo semplicemente per la sua gentilezza e cortesia

Santi Beati | CC BY-SA 3.0

Larry Peterson - pubblicato il 28/11/17

Pregate oggi Jan Berchmans, soprattutto per i servitori dell'altare che aiutano il sacerdote a Messa

Vorrei raccontarvi la storia di un ragazzo diventato santo anche se non ha fondato un ordine religioso, non ha compiuto grandi atti di eroismo e non ha aderito a una vita di estrema povertà. Jan Berchmans è diventato santo essendo gentile, cortese e incredibilmente leale nei confronti della sua fede.

Jan nacque il 13 marzo 1599 in una città di nome Diest, nella zona nord-orientale del Belgio. Divenne chierichetto a 7 anni e il suo parroco, padre Emmerick, notò la sua pietà e commentò con altri che il Signore avrebbe fatto meraviglie con l’anima di quel bambino.

Quando Jan aveva 9 anni sua madre si ammalò, e il piccolo trascorse ore al suo capezzale facendo del suo meglio per confortarla e aiutarla. La donna morì quando Jan aveva 13 anni, e padre Emmerick permise a Jan di trasferirsi da lui insieme ad altri ragazzi che già abitavano lì.

Fece presto amicizia con gli altri e non esitò mai a svolgere al meglio anche i compiti più umili. Era sempre gentile e non evitava mai di fare ciò che la sua coscienza gli diceva che era giusto. La sua gentilezza e la sua intelligenza erano un grande esempio per gli altri studenti, sui quali aveva una grande influenza.

Jan lesse poi la biografia di San Luigi Gonzaga e decise di voler diventare gesuita. A 17 anni riuscì a entrare come novizio al Collegio Gesuitico di Malines (Belgio). Studiò molto, e ispirato dalla vita di San Luigi sviluppò il desiderio di insegnare ai migranti di tutte le lingue che c’erano in Europa. Nel 1618 venne inviato a Roma per ulteriori studi.

Jan Berchmans era molto povero, e il suo viaggio a Roma non fu semplice. Dovette andarci a piedi, percorrendo 1.450 chilometri. Arrivò a destinazione portando tutti i suoi beni terreni in un sacco gettato sulle spalle. Non si sa quanto ci abbia messo, ma una volta giunto iniziò subito i suoi studi.

Oltre a studiare Retorica e Filosofia, riuscì a studiare le lingue straniere con l’obiettivo di diventare missionario in Cina. Nel suo terzo anno al Collegio Romano venne selezionato per prendere parte a un dibattito filosofico presso il Collegio Greco, gestito dai Domenicani. Jan espose brillantemente le sue argomentazioni e prevalse. Sulla via del ritorno, tuttavia, si ammalò gravemente.

La sua salute peggiorò rapidamente. Sembrava avesse un raffreddore che sfociò in altre malattie ignote, e morì una settimana dopo essersi ammalato. Oggi si pensa che la sua morte sia stata provocata dalla dissenteria. Aveva solo 22 anni e non aveva vissuto abbastanza da essere ordinato sacerdote.

Jan Berchmans era noto per la sua estrema pietà e per il fatto di essere estremamente diligente in tutto, anche nei compiti più umili. Quando morì teneva tra le mani il suo rosario, un crocifisso e le regole del suo ordine. Morendo disse: “Questi sono i miei tre tesori; con questi morirò felice”.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
chierichettopatronosanto
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni