Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconStile di vita
line break icon

Da dove deriva la definizione “luna di miele”?

Shutterstock / Jack Frog

Adriana Bello - pubblicato il 24/11/17

Shutterstock / Sergey Causelove

Sequestro?

Presso alcuni popoli (soprattutto nordici e asiatici), la coppia fuggiva e non realizzava una cerimonia formale. Ciò accadeva soprattutto nelle classi meno elevate, perché così lo sposo evitava di pagare la dote. Ovviamente bisognava evitare a tutti i costi di essere scoperti, perché allora il padre della sposa avrebbe potuto esigere il ritorno a casa della figlia e una compensazione, e allora in genere i due tornavano quando lei era già incinta per ufficializzare la relazione come marito e moglie ed evitare qualsiasi annullamento.

Una questione di famiglia

Durante il XIX secolo in Gran Bretagna la luna di miele non era uno spazio intimo della coppia, ma il viaggio che compivano gli sposi per far visita a tutti i familiari e gli amici stretti che per qualche ragione non erano riusciti ad assistere alla cerimonia. Forse non era la cosa più divertente per i neosposi, ma ha fatto sì che “luna di miele” diventasse sinonimo di viaggio e si trasformasse in quello che è oggi.

Shutterstock / NadyaEugene

Attualmente

Forse fino a un paio d’anni fa la luna di miele era sinonimo di vacanze di lusso, ma al giorno d’oggi le coppie hanno reinventato il concetto e ci sono nuove tendenze molto interessanti: un viaggio di benessere in centro di salute con molte attività all’aria aperta e rilassanti, affittare un’auto e partire all’avventura o fare una luna di miele con volontariato – la mia preferita, in genere in Africa e durante la quale oltre che godersi gli splendidi paesaggi naturali si può collaborare con il partner dove c’è bisogno di aiuto.

Per noi cattolici, la definizione “luna di miele” ha anche un altro significato speciale, visto che oltre a significare dolcezza il miele, essendo un alimento incorruttibile, si riferisce a un’unione che dura per sempre.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
matrimoniospositradizioni
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni