Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

Da ateo convinto a scienziato credente: “Non sono diventato cristiano negando la scienza, ma grazie ad essa”

Condividi

Günter Bechly, noto paleontologo che lavora a favore della teoria del Disegno Intelligente

Avrebbe presto confermato che “i dogmatici non sono esclusivamente dal lato religioso, ma anche da quello dei materialisti e dei biologi evolutivi, che evitano di rendere trasparente la discussione”, come ha denunciato in seguito in un video in cui ha testimoniato la sua conversione da ateo materialista a credente in Dio, nata quell’anno proprio partendo dalla scienza.

I sostenitori dell’evoluzionismo, sostiene Bechly, non rispondevano o davano risposte insufficienti agli interrogativi che ha iniziato a porre. Com’era possibile per gli esseri viventi compiere passi evolutivi giganteschi in periodi molto brevi?, chiedeva loro.

Matematicamente, questi periodi non si potevano conciliare con i postulati della genetica evolutiva. Un altro punto cruciale della sua critica era centrato sul fatto che non esistono reperti fossili di presunte specie di transizione tra i gruppi che evolutivamente discenderebbero gli uni dagli altri.

Rappresaglie per aver seguito le orme del Creatore

Dopo aver reso pubbliche la sua conversione e le sue critiche, sono arrivate le rappresaglie: Bechly è stato costretto a presentare la propria rinuncia all’incarico che aveva presso il Museo di Storia Naturale di Stoccarda, anche se questo non ha fermato il suo processo di conversione a Cristo, esortandolo anzi a continuare a condividere il dialogo tra fede e scienza in cui credeva fermamente.

“Non sono diventato cristiano negando la scienza, ma grazie ad essa. La mia conversione si è basata unicamente su una valutazione critica di dati empirici e argomentazioni filosofiche, seguendo l’evidenza”, ha dichiarato.

“Sono scettico nei confronti della teoria darwinista dell’evoluzione e sostengo la teoria del Disegno Intelligente per ragioni puramente scientifiche e metafisiche. Sono convinto che il disegnatore intelligente sia Dio”.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni