Aleteia

Come fa Maria ad ascoltare le nostre preghiere?

Condividi
Commenta

È onnipotente o onnisciente come Dio?

Alcune persone si chiedono come sia possibile che la Vergine Maria e i santi possano ascoltare le preghiere di tante persone allo stesso tempo e in tutto il mondo e rispondere a tutte simultaneamente. Maria è onnipotente, o onnisciente?

No. La Madonna non ha questi attributi divini, ma Ella e i santi sono in comunione con Dio, e partecipano quindi di questi doni divini pur senza averli naturalmente. Vi partecipano mediante la grazia. Com’è possibile? Attraverso Dio, con cui sono in piena comunione, conoscono ciò che chiediamo. Per Dio nulla è impossibile.

Un’altra cosa che bisogna capire è che nell’eternità non c’è più il tempo come in questa vita terrena, dove tutto dipende dal tempo. Nell’eternità il tempo non esiste. È per questo che il teologo Karl Rahner ha detto che “Dio è un istante che non passa”. Per Dio non ci sono passato, presente e futuro come per noi; per Lui tutto è solo presente. Il tempo fa esistere il passato e il futuro, ma quando questo non esiste c’è solo il presente.

Ciò vuol dire che, in Dio, la Madonna e i santi non hanno bisogno di tempo per rispondere a molte persone che chiedono loro aiuto contemporaneamente. Qui sulla Terra, se volete ad esempio rispondere a dieci persone dedicando dieci minuti a ciascuna avrete bisogno di cento minuti, ma nell’eternità non è necessario perché il tempo non esiste. Tutti vengono ascoltati nello stesso istante.

Anche qui sulla Terra il tempo è relativo. Albert Einstein, Premio Nobel per la Fisica, ha mostrato con la “Teoria della Relatività” che il tempo di durata di un fenomeno, e anche lo spazio che occupa, dipende dalla velocità dell’oggetto osservato. Ad esempio, se si misurasse con una velocità vicina a quella della luce un righello di 20 centimetri fermo, avrebbe una dimensione di appena 18,9 centimetri, occupando meno spazio.

Nel “paradosso dei gemelli”, Einstein ha mostrato anche che se due fratelli gemelli partono per un viaggio intorno alla Terra, uno a velocità normale e l’altro con una velocità vicina a quella della luce, quando tornano entrambi il gemello che ha viaggiato a una velocità vicina a quella della luce arriverà più giovane del fratello.

Se il tempo è una cosa relativa già in questa vita, in quella che verrà è del tutto diverso dalla nostra realtà. Questo spiega un po’ come i santi e la Vergine Maria possano far fronte alle richieste di tutti senza le difficoltà di tempo e spazio e senza aver bisogno degli attributi di Dio. Chi ci arriverà lo verificherà.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni