Aleteia

Un sacerdote: “Porto con me l’acqua santa ogni volta che viaggio”

Condividi
Commenta

Padre Edward Looney spiega perché la porta con sé in ogni camera d'albergo e condivide le preghiere che recita

Sono un sacerdote, e ho spesso l’opportunità di viaggiare e parlare alle conferenze condividendo l’importanza di Maria nella vita spirituale. Quando lo faccio, in genere devo trascorrere la notte in una camera d’abergo. Una delle cose essenziali che porto sempre con me è una piccola bottiglia di acqua santa.

Perché? Quattro parole: Il male è reale. La presenza del male può rimanere in una camera molto dopo qualsiasi cosa vi possa essere avvenuta. Non sapete chi fosse l’occupante precedente della vostra stanza e cosa abbia portato con sé. Non sapete cosa sia avvenuto nella camera che vi è stata assegnata. L’acqua santa è uno strumento potente per difendere contro il male, e aiuta a dissiparne ogni traccia rimanente.

La prossima volta che viaggerete, posso suggerirvi di portare con voi una bottiglietta di acqua santa? Quando arrivate nella vostra stanza, aspergetela con l’acqua santa. Se non ne avete, la troverete nella parrocchia cattolica locale.

Dopo aver asperso la stanza, recitate una preghiera, chiedendo a Dio di inviare la sua protezione sulla vostra stanza e anche di perdonare qualsiasi male vi si possa essere verificato. Pregate per la conversione degli ospiti precedenti e per quelli che verranno dopo di voi.

Ecco una preghiera che ho scritto per un’occasione di questo tipo:

Dio Onnipotente, ti chiedo di inviare i tuoi angeli perché siano con me in questo posto e di proteggermi da tutti gli assalti del Maligno. Ti prego di perdonare qualsiasi torto sia stato perpetrato in questa stanza, e di offrire a chi ti offende la grazia della conversione. Dissipa il potere dell’oscurità che potrebbe essere presente in questa stanza, proteggimi stanotte e difendi chi dormirà qui nelle prossime. Gesù, confido in Te!

Non è una cattiva idea pregare anche per chi lavora nell’albergo e si sposta da una stanza all’altra, esposto a chissà quali forze soprannaturali.

Un’altra preghiera bella e potente che potreste recitare deriva dalla Preghiera Notturna della Liturgia delle Ore nelle solennità speciali. È una preghiera che recito spesso in queste situazioni:

Signore, ti prego di visitare questa casa [stanza] e di eliminare tutto il potere mortale del nemico. I tuoi santi angeli dimorino qui per far sì che possiamo essere in pace, e le tue benedizioni siano sempre su di noi. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Potreste anche voler invocare l’intercessione di San Michele Arcangelo o del vostro angelo custode. Con la preghiera e l’acqua santa sarete protetti dal male e preparati nel caso in cui dovesse sorgere una battaglia spirituale.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni