Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 15 Aprile |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

“Volevo suicidarmi”: 3 testimonianze toccanti sulla presenza di Gesù nel tabernacolo

web3-man-depressing-sitting-bench-hikrcn-i-shutterstock

Hikrcn I Shutterstock

Claudio De Castro - pubblicato il 20/11/17

Condivido con voi queste tre testimonianze splendide e toccanti che mi hanno fatto riflettere e comprendere quanto amo il buon Gesù sacramentato e quanto Gli dobbiamo.

Volevo suicidarmi…

“Stanco della vita peccaminosa che conducevo, un giorno ho deciso di suicidarmi. Prima di farlo, ho deciso di andare in chiesa alle due del mattino per chiedere perdono a Dio per quello che stavo per fare. Non ero mai andato in chiesa, né sapevo cosa fosse il Santissimo. Una signora mi ha spiegato che lì c’era Gesù e che Egli mi guardava, mi ascoltava e suggeriva che parlassi con Lui.

Quello che è avvenuto poi è inspiegabile. Ho sentito fortemente la presenza di Dio che mi abbracciava e mi diceva: “Alzati”.

Mi sono sentito bruciare dentro. Qualcosa di molto caldo è entrato in me. Ho iniziato a piangere e a sudare. In quel momento Gesù mi ha guarito da tutto il male che mi portavo dietro.

Oggi, sette anni dopo quell’esperienza meravigliosa, vivo solo per lodare il Santo Nome di Gesù e testimoniare che è vivo”. (RM)

Mi ha donato la pace di cui avevo bisogno…

“Il Signore ha alleviato le mie pene, il mio dolce Gesù sacramentato! Egli è vivo e presente nel tabernacolo. Mi rattrista che ci siano ancora persone che non ci credono. Dobbiamo pregare per loro”. (MG)

Ho sentito il suo abbraccio

“Ho detto a Gesù nel tabernacolo: ‘Quanto vorrei abbracciarti!’ La risposta non si è fatta attendere.

Quando sono arrivato a casa, un bambino disabile mi si è avvicinato e mi ha abbracciato con tutte le forze dicendomi: ‘Ti voglio molto bene’. Sono rimasto perplesso e ho verificato che Egli ci ascolta sempre. Benedetto e lodato sia il mio Signore Gesù”. (FA)

È certo che l’unica persona che può riempire il nostro cuore di pace e serenità di fronte alle avversità della vita è Gesù Sacramentato.

E tutti i giorni sempre più persone condividono con noi le loro esperienze con Gesù presente e vivo nei tabernacoli del mondo intero.

Rimango commosso vedendo l’amore che Gesù ha per noi, e che riceviamo i suoi consigli senza meritarceli. In genere Gli chiedo: “Come puoi amarci tanto? Non vedi forse quello che facciamo?” Ed è come se rispondesse sempre: “L’Amore può solo amare, Claudio”.

In quei momenti sboccia sempre in me un gesto di pentimento per i miei tanti peccati, e dico: “Gesù, perdonami”.

Ogni volta che Gli faccio visita nel tabernacolo, quella piccola fiamma che mi arde nel cuore acquista una forza impressionante. Egli la ravviva con il suo amore, e mi fa comprendere la mia piccolezza e quanta umiltà mi serve per poter amare con tutto il cuore.

Vi lascio con questa bella canzone eseguita dalle voci angeliche dei bambini. Dio vi benedica!

Forza! Gesù ti ama!

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
gesù cristotabernacolotestimonianze di vita e di fede
Top 10
See More