Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

È vero che i morti restano a “dormire” in attesa del giudizio finale? No!

CC
Condividi

Questa interpretazione è contraria alla dottrina del Nuovo Testamento ed è incompatibile con la fede nella resurrezione e ascensione di Cristo

La dottrina della Chiesa è chiara: chi è già purificato dei suoi peccati, subito dopo la morte, anche prima del giudizio finale, sarà in Paradiso, che significa stare con Cristo.

E questo perché? Perché Gesù è già risorto ed è già salito al Cielo. Nella sua ascensione, ci ha già aperto il Cuore del Padre! Ripeto: chi nega che dopo la morte staremo con Cristo sta disconoscendo che Cristo è risuscitato; è ancora nell’Antico Testamento!

E il giudizio finale? Nella venuta del Signore i nostri corpi risusciteranno, e tutto ciò che facciamo di bene e di male, i nostri atti e le nostre omissioni appariranno con le loro conseguenze per tutta l’umanità!

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni