Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 09 Dicembre |
San Juan Diego Cuauhtlatoatzin
Aleteia logo
Perle dal Web
separateurCreated with Sketch.

Alcune tradizioni di nozze che sicuramente non conoscete

web3-groom-carrying-bride-wedding-day-shutterstock_157858514-samo-trebizan-ai

Samo Trebizan / Shutterstock

Adriana Bello - pubblicato il 14/11/17

Quando arriva il momento più importante della loro vita, sono molti i fidanzati che seguono tradizioni cariche di simbolismo

1. Qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato, qualcosa di blu

web3-wedding-shoes-blue-rings-bride-shutterstock_719116795-alyssa-vela-ai
Alyssa Vela / Shutterstock

Lo avete sicuramente ascoltato o visto in qualche film, ma che vuol dire? Il vecchio rappresenta il passato della sposa, il nuovo il futuro prospero della coppia, la cosa prestata dev’essere di una coppia felicemente sposata per vedere se si riesce a carpire qualcosa della sua buona sorte e la cosa blu simboleggia amore e fedeltà.

2. Un ragno nel vestito da sposa

web3-spider-black-and-white-luck-shutterstock_46540468-l-i-g-h-t-p-o-e-t-ai
Lightpoet / Shutterstock

Un animale nero e peloso con otto zampe che cammina sul vostro vestito qualche ora prima del matrimonio sembra un cattivo presagio, ma per gli inglesi è tutto il contrario, perché è di buon auspicio. Ovviamente se è una vedova nera o vi punge è tutta un’altra storia…

3. Confetti

web3-candy-wedding-lucky-bride-day-shutterstock_741556765-limpido-ai
Limpido / Shutterstock

In alcuni Paesi, gli sposi regalano agli invitati dei confetti bianchi. Perché? La forma a uovo del confetto simboleggia la fertilità, la durezza la durevolezza dell’unione, lo zucchero la dolcezza, il bianco la purezza. Ma non si regala una quantità qualsiasi di confetti, perché dev’essere un numero primo, perché non siano divisibili per due e la coppia non si separi mai. In genere sono sette perché è il numero sacro.

4. L’uso del velo

web3-bride-window-beautiful-light-wedding-day-shutterstock_578223049-sivilla-ai
Sivilla / Shutterstock

Questa tradizione ha avuto origine a Roma, dove la sposa usava un velo mentre si recava all’altare per nascondersi dagli spiriti maligni e proteggersi dall’invidia per la sua felicità.

5. Paura delle perle

web3-wedding-day-earrings-bride-happy-outside-shutterstock_552177532-azovtsev-maksym-ai
Azovtsev Maksym / Shutterstock

In molti Paesi dell’America Latina, soprattutto in Nicaragua, le spose evitano di usare accessori con le perle perché sono considerate “lacrime dell’oceano”, e quindi possono attirare pianto e sofferenza al matrimonio.

6. Non guardarmi!

web3-bride-hiding-boyfriend-groom-wedding-day-outside-shutterstock_513856372-kostyazar-ai
Kostyazar / Shutterstock

In alcuni Paesi, le spose smettono di vedere il futuro sposo il giorno prima della cerimonia credendo che sia di cattivo auspicio. Questa superstizione ha avuto origine secoli fa, all’epoca dei matrimoni combinati, e serviva per evitare che se gli sposi si conoscevano in anticipo e non gradivano ciò che vedevano cancellassero il matrimonio.

7. Tatuaggio d’amore

web3-hindi-bride-groom-wedding-tradition-shutterstock_428510212-omer-n-raja-ai
Omer N Raja / Shutterstock

In India, la sposa si fa dei tatuaggi di henné (chiamati Mehndi) sulle mani e sui piedi prima del gran giorno insieme al fidanzato, ai familiari e agli amici, per attirare fortuna e prosperità. I disegni sono molto elaborati, e ci sono molte credenze al riguardo. Ad esempio, alcune spose chiedono all’artista di nascondere le iniziali del fidanzato su uno dei palmi delle mani, e se lui non le trova la notte delle nozze deve comprarle un regalo. Un dato curioso: la sposa non deve svolgere alcun lavoro domestico fino a quando questi tatuaggi temporanei non si cancellano completamente.

8. Prendere in braccio la sposa

web3-groom-carrying-bride-door-wedding-day-shutterstock_289584017-ivashstudio-ai
IVASHStudio / Shutterstock

I film romantici includono la scena del fidanzato che porta in braccio la sposa facendole attraversare la soglia di casa. Deriva da una superstizione dell’Europa medievale, quando si credeva che la sposa fosse più incline ad essere vittima degli spiriti maligni attraverso la pianta dei piedi, per cui si raccomandava all’uomo di prenderla in braccio prima di entrare di modo che non portasse nulla di negativo nella nuova casa.

9. Delle dimensioni di una balena

web3-lucky-charm-wedding-day-ideas-shutterstock_527699296-cam3957-ai
cam3957 / Shutterstock

Alle isole Fiji, il fidanzato non dona solo un anello alla fidanzata, ma anche un dente di balena. Al giorno d’oggi non è molto comune per via di tutte le leggi per la protezione degli animali, ma in alcune zone rurali continua ad essere un’abitudine (certamente molto costosa, visto che ora che sono più scarsi il loro prezzo è aumentato moltissimo).

10. Coltelli in regalo

web3-bride-groom-cut-wedding-cake-shutterstock_489168856-maxbelchenko-ai
maxbelchenko / Shutterstock

In alcune culture è di cattivo auspicio regalare coltelli ai neosposi, visto che è sinonimo di rottura. Lo stesso vale per le forchette e qualsiasi altro oggetto che tagli. La buona notizia è che se una coppia di neosposi riceve in regalo un set di coltelli può invertire l’effetto donando una moneta a chi gliel’ha regalato come se si trattasse di un acquisto e tenerlo. Non è una cattiva idea, visto che in molte culture si dice anche che una donna deve mettere un coltello sotto al letto quando è in travaglio per “tagliare” il dolore.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
matrimoniomondotradizioni
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni