Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 21 Maggio |
San Bernardino da Siena
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Endometriosi: una cura efficace contro il dolore

shutterstock_559650985

Shutterstock

BenEssere - pubblicato il 11/11/17

È una malattia benigna, insidiosa e progressiva: colpisce circa il 15% delle donne in età fertile. Il 60% ha sintomi chiari prima dei 20 anni.

A cura della professoressa Alessandra Graziottin, direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia medica “San Raffaele Resnati”

Nostra figlia ha 17 anni. Da quando si è sviluppata le mestruazioni sono diventate sempre più dolorose. Sta a letto con crampi tremendi, nonostante gli analgesici, non va a scuola, non esce con le amiche, piange e maledice di essere femmina… L’abbiamo già portata da tre diversi ginecologi. L’ecografia e la risonanza sono negative: non si vede niente di patologico, ci hanno detto. L’ultimo ginecologo ha proposto la laparoscopia diagnostica. È possibile che nostra figlia soffra dolori del genere e non abbia nulla? Era una ragazza allegra, ora è triste e depressa. Il suo dolore non è inventato: si vede che sta proprio male. Lei che cosa ci consiglia? (MARINA E ROBERTO C. FOGGIA)

_______________

Condivido la vostra giusta preoccupazione, gentili signori. Concordo: il problema di vostra figlia va affrontato e risolto al più presto, in modo pragmatico ed efficace. Per lunga esperienza clinica penso che i sintomi siano la prima cosa da ascoltare. Quando la mestruazione è così dolorosa da essere “invalidante”, in quanto interferisce con tutte le normali attività quotidiane, ha due possibili cause: cicli abbondanti ed endometriosi. Le due condizioni sono unite, perché il ciclo abbondante raddoppia il rischio di endometriosi.




Leggi anche:
La mia vita con la fibromialgia

Le ragioni del corpo…

Spiego subito perché l’endometriosi può già essere presente in vostra figlia, come in tante altre sue coetanee, causare un dolore tremendo e non essere, ancora, visibile con gli attuali mezzi di indagine. L’endometriosi è malattia benigna, insidiosa e progressiva: colpisce circa il 15 per cento delle donne in età fertile. Il 60 per cento ha sintomi chiari prima dei 20 anni, come sta succedendo a vostra figlia. Eppure il ritardo diagnostico si aggira sui 9 anni: la metà persi dalla famiglia prima di capire che quel dolore non è normale e il resto dai medici che non ci pensano o non “vedono” lesioni. È una malattia caratterizzata dalla diffusione e dall’impianto dell’endometrio al di fuori dell’utero. In condizioni normali questa mucosa cresce sotto l’effetto di estrogeni e progesterone, per prepararsi ad accogliere e nutrire l’embrioncino di una nuova vita. Si sfalda invece e si rinnova a ogni ciclo, in cui non ci sia stata fecondazione, originando la mestruazione. Quando l’endometrio si impianta in tessuti diversi dall’utero – tube, peritoneo, ovaie, vescica, intestino, ma anche tessuti al di fuori dell’addome – cresce e si sfalda sotto l’effetto degli ormoni sessuali come l’endometrio in utero. Ecco il danno: il sangue rilasciato dallo sfaldamento nei diversi tessuti è un potente fattore di infiammazione, di dolore e di lesioni funzionali e organiche progressive.

Che cosa provoca?

L’endometriosi non tempestivamente diagnosticata o non adeguatamente curata causa mestruzione invalidanti, dolore pelvico cronico, dolore durante i rapporti intimi con il proprio compagno in tutte le sue fasi, perdita di desiderio e impoverimento progressivo della sessualità e dell’intimità, riduzione della fertilità e menopausa precoce (se ha comportato asportazione di una o più cisti ovariche endometriosiche). Ecco perché avete ragione a preoccuparvi e a cercare una terapia efficace e precoce!

Mi sento depressa

L’infiammazione causa non solo dolore ma anche neuroinfiammazione e quindi depressione severa. Colpisce la giovane donna nella sua femminilità, fino a farle maledire ogni ciclo che le devasta la vita; nella funzione sessuale: sette donne su dieci con endometriosi perdono il desiderio a causa del dolore; ne risente la relazione di coppia con drastica riduzione dei rapporti e della fertilità. Il 32 per cento li ha solo per concepire, il 46 per cento solo per accontentare il partener e non perderlo. È  evidente come l’endometriosi riduca i rapporti intimi e induca la donna a sopportare l’abbraccio solo per concepire o per non restare sola.




Leggi anche:
Abbiamo pregato per 3860 giorni… e Dio ci ha risposto

  • 1
  • 2
Tags:
donnesalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni