Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 12 Giugno |
Cuore Immacolato
home iconNews
line break icon

Al via il “Nobel” lombardo per la ricerca scientifica. 1 milione al neuroscienziato che ha scoperto i neuroni specchio

Giacomo Rizzolatti

Cirone Musi | CC BY-SA 2.0

Paola Belletti - Aleteia Italia - pubblicato il 11/11/17 - aggiornato il 13/11/17

La scaletta procede spedita con la Sig.ra Liotta che introduce, spiega, porge domande.

Mancava solo Samantha Cristoforetti, annunciata invece nel programma.

Nathalie Dompé, imprenditrice, bellissima e brillante giovane donna che spiega le dinamiche della ricerca farmacologica. La collaborazione, gli sforzi, gli errori. I ripescaggi! Racconta del tentativo di applicare la scoperta della Rita Levi Montalcini che le valse il Nobel ma che per lungo tempo ha faticato ad avere ricadute su farmaci efficaci.

Un loro lavoro sul Nerve Growth Factor – la proteina individuata dalla Montalcini che presiede alla crescita delle cellule nervose – era fallito. Ma dopo diversi anni una ricercatrice americana ha ripreso in mano quello stesso lavoro e con la collaborazione di 200 centri di ricerca si è arrivati alla sua applicazione in ambito oftalmologico, per la cura di ulcere oculari.

Entusiasmo quasi febbrile quello espresso da David Orban, Advisor Singularity University. La prestigiosa università finanziata da Google, per dirne uno, che apre i battenti anche a Milano. Dati, analisi, previsione, simulazione, crescita esponenziale. Maggiore dignità alle persone, maggiore partecipazione, maggiore benessere.

(Sì, bello. Tutto vero. Mancava sempre però qualcosa, ragionavo tra me e me. E in attesa di tutto questo benessere chi non potrà avere accesso agli esaltanti risultati del progresso, che è benedetto, magnifico, davvero, che fa?

Mio figlio, come migliaia di altri, ad esempio. Chissà se e come potrà accedere a risultati importanti proprio nell’ambito nel quale Lombardia ha individuato la scoperta e lo scienziato da premiare, le neuroscienze? Una delle principali applicazioni riguarda proprio l’epilessia (ma in encefali sani…). E nel frattempo? Nessuna rimostranza, né lamentela, anzi! Sto solo riflettendo.

E trovo conforto nella conoscenza della fede sia per quanto riguarda tutti i miglioramenti che la scienza porterà nella vita concreta delle persone, sia per quanto riguarda la possibilità di vivere pienamente per quanti ne resteremo esclusi. Veronica Giuliani, grande mistica, gigante della fede, più procedeva nel suo cammino di santità, più si “cristificava” più diventava attenta alle cose concrete.

Il mistico ci si addentra, non se ne va, dalla realtà. E, amica di un nobile della zona, insistette per portare, con un ingegnoso sistema di tubazioni, l’acqua al suo monastero. Non voleva più vedere le sue monache fare su e giù per le scale con pesanti secchi d’acqua. Per dire che la scienza e l’ingegno sono meravigliosi e ci aiutano. Eppure la natura, umana e quella che ci circonda, non vanno pulite vanno salvate. Redente. E la cosa è già in pieno corso.

E la salvezza è sempre della persona. Quella lì. Unica. Che non verrà mai ripetuta. Ecco. Allora mio figlio, colpito da cerebropatia epilettica, cecità e molto altro, vale più di tutti i software e Big Data. Quelli valgono in relazione a lui, a tutti noi. Ottimizziamo pure, dobbiamo farlo! Sforziamoci di portare l’acqua con le tubazioni o di realizzare un intervento chirurgico da remoto. Dobbiamo farlo! Ma solo a servizio della persona. La persona, al centro. Quella del ricercatore, del medico – che deve ricordare o riscoprire la sua altissima dignità di figlio di Dio –  e quella dei suoi fratelli colpiti da qualche malanno o con vari bisogni).




Leggi anche:
La scienza ci renderà immortali… davvero?

Lo chef Davide Oldani, dalla sua prospettiva, sembra anche lui recuperare attenzione alla centralità della persona nel suo ambiente. Il cibo buono. Poco. Nato da terreni buoni. Curato, coltivato, colto da contadini che non sono risorse ma persone.

E poi arriva lui, Gerry Scotti, conduttore televisivo che prende più applausi di tutti. Anche del pur amato governatore Maroni, del noto pianista, della violinista, …

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
neuroscienzericerca
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Histórias com Valor
Bambino uscito dal coma: ho visto la mia sorellina abortita
4
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni