Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconFor Her
line break icon

4 mamme esperte su come dire più spesso “No” ai bambini

MOM,SON,HAPPY

Shutterstock

Elizabeth Pardi - pubblicato il 08/11/17

Genitore per distrazione”

Non si possono non cercare consigli sulla genitorialità dalla mamma di dieci figli, non è vero?

Alicia Hernon e il marito Mike hanno figli che vanno dai 5 ai 22 anni e ospitano uno splendido podcast sulla genitorialità, Messy Parenting.

La Hernon affronta qualcosa che i genitori di bambini piccoli sanno fin troppo bene: la temibile battaglia delle volontà. Anziché restare decisi a esercitare l’autorità pronunciando secchi “No”, Alicia suggerisce di usare una strategia che il marito definisce “genitorialità per distrazione”. “Non è gettare la spugna e impuntarsi, ma cambiare argomento”. Troppo spesso gridiamo ai bambini, ma non otteniamo altro che aumentare la tensione e prolungare i capricci. A volte la risposta più intelligente è accantonare il conflitto e passare a qualcos’altro.

La Hernon raccomanda anche di pensare a ciò che vuole il bambino. A volte il comportamento sbagliato è solo un tentativo errato di ottenere qualcosa che è del tutto appropriato. Ad esempio, ha ricordato una volta in cui era a una partita di calcio e un bambino continuava a correre sul campo. Sua madre lo seguiva e gridava “No!”, ma non otteneva altro che farlo tornare in campo. Alla fine il papà del bambino ha capito che il figlio stava solo rincorrendo la palla. “Allora quel papà ha preso una palla da calcio e ha iniziato a giocare con il figlio fuori dal campo”, ha ricordato Alicia. “Perfetto”. Determinare i veri desideri dei nostri figli può essere più impegnativo che dir loro semplicemente “No”, ma vale la pena di farlo se significa un bambino felice anziché un capriccio.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
educazione

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
5
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni