Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 03 Dicembre |
San Francesco Saverio
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

12 curiosità su Marie Curie che forse non conoscete

marie-curie

Tekniska museet

Maria Paola Daud - pubblicato il 08/11/17

Una donna singolare che ricevette due premi Nobel per il suo contributo scientifico al servizio dell'umanità

1 Il suo vero nome era Maria Salomea Skłodowska. Nacque in Polonia e in seguito ricevette la nazionalità francese. Suo padre era docente di Fisica e Matematica, sua madre maestra, pianista e cantante.

2 Marie era agnostica, mentre il padre era ateo e la madre cattolica devota. Quando Marie aveva nove anni suo fratello maggiore morì di tifo. Due anni dopo perse la madre per tubercolosi. Questi fatti fecero sì che Marie rifiutasse il cattolicesimo.

3 Per potersi pagare gli studi di Fisica, Matematica e Chimica all’Università di Parigi, Marie dava lezioni di sera. Guadagnava molto poco e soffrì la fame. Per poter terminare i suoi studi nella capitale francese si nutriva a base di tè, pane e burro.

4 Marie conobbe Pierre Curie quando cercava un laboratorio in cui realizzare i suoi esperimenti. Uno dei suoi professori glielo presentò, e anche se Pierre non aveva un grande laboratorio le offrì uno spazio in cui poter avviare il suo lavoro. Il loro amore nacque condividendo l’interesse per la scienza e lo stesso campo di ricerca.

5 Nel luglio 1895 Marie e Pierre Curie si sposarono civilmente, e da allora Marie adottò il cognome del marito.

6 Scelse come abito da sposa un vestito blu scuro che in seguito le sarebbe servito come camice da laboratorio.

7 Per via delle sue ricerche, Marie Curie scoprì che tutti i composti dell’uranio presentavano radioattività, e che questa dipendeva dalla quantità di uranio presente nel campione. Verificò anche che le radiazioni provenivano dall’atomo anziché dall’interazione tra le molecole. Questa scoperta gettò le basi della teoria dell’indivisibilità dell’atomo e divenne la base della Fisica atomica.

8 Nel dicembre 1903, Marie Curie divenne la prima donna a ricevere il Premio Nobel, che le venne conferito insieme al marito e a Henri Becquerel per le loro ricerche congiunte sulle radiazioni. Inizialmente il comitato del Premio non voleva riconoscere il suo grande contributo alla fisica, ma quando lo seppe il marito volle che Marie venisse premiata insieme a lui e a Becquerel.

9 Il 19 aprile 1906 Pierre morì in un incidente a Parigi. Venne colpito da un carro tirato da cavalli e morì sotto le ruote con una frattura mortale al cranio. Pur se devastata, Marie assunse il posto di docente del marito alla Sorbona, diventando la prima professoressa di questa prestigiosa università parigina.

10 Nel 1911 Marie ricevette un secondo Premio Nobel, questa volta in Chimica. È stata la prima e unica persona a vincere due Nobel in campi diversi.

11 Il 4 luglio 1934 Marie Curie morì per un’anemia aplastica provocata dall’esposizione prolungata alle radiazioni. All’epoca non si conoscevano gli effetti nocivi delle radiazioni, per cui realizzava i suoi esperimenti senza impiegare adeguate misure di sicurezza. In genere portava delle provette con isotopi radiattivi in tasca e le immagazzinava in un cassetto della sua scrivania. Fu anche esposta senza protezione ai raggi X mentre lavorava come radiologa negli ospedali di campagna durante la guerra.

12 Venne sepolta accanto al marito nel cimitero di Sceaux, a sud di Parigi. Nel 1995 i resti mortali dei coniugi Curie sono stati trasferiti nel Pantheon degli Uomini e delle Donne Illustri di Parigi. Nel discorso che pronunciò in occasione di quella cerimonia solenne, l’allora Presidente François Mitterrand sottolineò che Marie Curie entrava nel Pantheon per “i suoi meriti”, per il fatto di essere la prima dottoressa in Scienze, la prima professoressa della Sorbona e anche la prima persona a ricevere due premi Nobel.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
premio nobel
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni