Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Con chi si sposerà mio figlio?

IVASHstudio / Shutterstock
Condividi

In genere i nostri figli scelgono come partner una persona simile a mamma o papà

Prego per quelle che saranno le mie nuore – perché ho solo maschi – da quando i miei figli erano ancora nella mia pancia.

Per molti anni è stata una mia grande preoccupazione, fino a quando anziché preoccuparmi di questo ho deciso di diventare un modello da seguire per i miei figli perché quando arriverà il momento scelgano come partner qualcuno molto simile a me.

Forte, vero? Ma è così. I nostri figli in genere scelgono come partner qualcuno che assomiglia a mamma o papà.

E allora ho cambiato il mio approccio: vorrei davvero che i miei figli sposassero una donna come me? Per molti aspetti sì, anche se preferirei che si sposassero con qualcuno molto migliore di me.

Ovviamente l’ideale è assumere questo approccio da quando sono piccoli, ma non è mai troppo tardi per iniziare a compiere cambiamenti in senso positivo.

Se siete uomini fatevi la stessa domanda: vorrei che le mie figlie scegliessero un marito come me? Se la vostra risposta è “Sì”, allora complimenti. Andate avanti e non cambiate!

Penso però che tutti abbiamo campi in cui possiamo crescere, cose in cui possiamo essere migliori. Ciascuno deve scoprirli in modo responsabile e sincero e mettere in atto i cambiamenti e gli aggiustamenti necessari per essere davvero genitori esemplari e far sì che i figli scelgano il partner in modo giusto, non cercando o pretendendo qualcuno che riempia i loro vuoti o dia loro quello che non hanno.

Syda productions / Shutterstock

Quando i nostri figli arrivano all’età giusta per sposarsi, noi genitori abbondiamo in consigli, ma non è il momento di chiacchierare, quanto di invitarli a osservare e ad essere riflessivi.

Questo tipo di esercizio di riflessione aiuta tutti noi, genitori e figli, perché ci fa capire in cosa dobbiamo ancora migliorare.

Noi genitori dobbiamo essere pronti e disposti ad ascoltare quando i nostri figli ci consigliano di migliorare in qualcosa.

Per fortuna e a volte purtroppo, per quanto possiamo riempirli di raccomandazioni sono già educati con uno standard di condotta, abitudini apprese, inclinazioni e tendenze. Hanno imparato cosa sono l’amore, la vita di coppia e il matrimonio per com’è stato modellato a casa da noi genitori.

E per quell’età i nostri figli, com’è accaduto a noi, si porteranno dietro una serie di ferite emotive delle quali non sono neanche consapevoli, e in genere sceglieranno un partner in base a questo. Mi spiego. In modo involontario e tra le altre cose, cercheranno di unirsi a qualcuno che emendi alle loro carenze affettive, ovvero sceglieranno un partner o cercheranno l’amore in base a tutto quello che hanno ricevuto e che è mancato loro nell’infanzia.

Ad esempio, se una persona ha ricevuto molto amore e protezione ma non ha ricevuto cure e motivazione, nei suoi rapporti dirà in modo inconsapevole: “Ti do amore e protezione e in cambio mi devi curare e motivare”.

Ciò vuol dire che la persona cerca al di fuori ciò che le manca, quello di cui è carente, e per riceverlo offre in cambio quello che ha ricevuto nell’infanzia.

Per lo stesso motivo, genitori, non è mai tardi per migliorare.

Se siete una mamma o una moglie che rimprovera continuamente il marito, se controllate, siete possessive o gelose, vi piacerebbe che un domani la moglie trattasse allo stesso modo vostro figlio?

Se siete un papà e un marito maschilista e manipolatore, insensibile o violento, fatevi la stessa domanda. Vi piacerebbe che vostra figlia sposasse un uomo come voi, che manca continuamente di rispetto alla moglie con il suo atteggiamento superbo e punitivo?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni