Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

A volte la fine di una storia è solo l’inizio di qualcosa di meglio

Antonio Guillem / Shutterstock
Condividi

Bisogna reinventarsi, capire che la fine di una relazione non significa la fine dei nostri sogni, della nostra vita

Dopo la fine di qualcosa è difficile ricominciare. Alcuni addii ci lasciano destabilizzati. Non mi aspettavo che te ne andassi, pensavo proprio che avrei finito i miei giorni accanto a te, massaggiandoti la schiena mentre ti ascoltavo raccontarmi com’era andata la tua giornata.

Quando te ne sei andato ho provato un immenso dolore nell’anima, l’angoscia mi stringeva il petto e sembrava soffocarmi. Confesso che a volte mi sono disperata. Quante volte ho preso il telefono perché volevo sentire la tua voce e sapere se stavi bene, quante volte ho scritto un messaggio pieno di nostalgia e poi l’ho cancellato…

Come volevo sapere dov’eri, se eri felice o avevi incontrato qualcun altro… Il mio cuore inquieto aveva bisogno di risposte, e io, in qualche modo, non mi rassegnavo al fatto che fosse finita.

Mi sono passati per la mente tanti pensieri… All’inizio volevo mendicare il tuo amore, anche se poco. Volevo riaverti, anche a metà. Ho provato a cercare qualcun altro, ma poi pensavo subito a te. Ho provato anche a dimenticarti, a cancellare dalla memoria i momenti trascorsi insieme, ma tutto mi ricordava te, dal profumo del caffè la mattina al succo d’arancia che bevevi a cena.

Com’era difficile incontrare un tuo amico per strada… Per quanto cercassi di cambiare strada o fingessi di non vederlo non riuscivo a schivare i ricordi. Com’è stato difficile per un bel po’ di tempo vedere una tua foto, e quante volte ho pianto quando ti ho visto andare avanti nella vita senza di me…

Quante notti in bianco cercando di capire dove avevo sbagliato… Non dimentico il cuscino intriso di lacrime all’alba, mentre ascoltavo quella musica che ti piaceva tanto e mi spaccavo la testa nel tentativo di cercare delle risposte…

Come sono stati dolorosi i fine settimana senza le nostre serie tv, senza i tuoi commenti, senza le tue manie, senza te che mi spiegavi la storia… Come mi ha fatto male non vederti il fine settimana e non ricevere il tuo abbraccio… È difficile guardare indietro e pensare che tutto appartiene solo al passato e che non faremo più progetti insieme. La nostalgia ha bussato ogni giorno alla mia porta in modo schiacciante. A volte la dribblavo, altre volte mi controllava. Lo confesso, è stato difficile.

Ricominciare fa male, perché non penseremmo mai ad alcuni addii. Abbiamo fatto progetti che mi hanno fatto credere che la nostra storia non sarebbe mai finita, ma oggi, dopo tante cadute e tante notti in bianco, dopo aver pensato che non avrei sopportato il dolore della nostalgia, sono più forte.

Ho deciso di ricominciare. Bisogna reinventarsi, capire che la fine di una relazione non significa la fine dei nostri desideri, dei nostri sogni, della nostra vita. A volte la fine di qualcosa è solo l’inizio di qualcosa di meglio nella nostra vita.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni