Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Saper amare con il corpo per saper amare con l’anima

PARA NA ŁĄCE
Priscilla Du Preez/Unsplash | CC0
Condividi
di Ignacio Romero

C’è un tema tabù del quale gli adulti non hanno il coraggio di parlare e di cui i giovani credono di sapere tutto: il sesso.

È vero che è un tema “delicato”, difficile da affrontare, ma è anche vero che non parlarne o parlarne “alla vecchia maniera” non è una soluzione. I tempi sono cambiati. Gli adolescenti non vivono più la sessualità come la vivevano quelli di vent’anni fa. Vent’anni non sono niente, e nonostante questo il tema è cambiato molto.

Oggi ad appena sedici anni si ha carta bianca per fare qualsiasi cosa. “Non è una cosa che nasce dal nulla”. Ho sentito spesso questa giustificazione per parlare delle “disavventure” dei giovani con qualche ragazza, come se il fatto che ci sia un’amicizia di mezzo giustifichi tutto.

Poco tempo fa un’amica mi ha raccomandato un libro intitolato Saber amar con el cuerpo, di Mikel Gotzon Santamaría, che parla di questo tema senza peli sulla lingua. È rivolto agli adulti di modo che quando devono affrontare il tema con i giovani abbiano parole ed esempi chiari e semplici sull’argomento.

Prima parte. Il corpo esprime l’amore dell’anima

L’autore inizia spiegando il rapporto esistente tra il corpo e l’anima. Come l’uomo non è pura materia, non è nemmeno un’anima in una prigione di carne. Materia e spirito formano un’unità nell’uomo. Senza uno di questi due elementi non c’è uomo. Capito questo, si passa al punto successivo: il corpo come strumento per esprimere ciò che accade all’anima. Se sei allegro vuoi condividere con gli altri, contagiare questa allegria. Se sei molto triste, le lacrime si affacciano e il corpo ti pesa. Se ti sei donato per tutta la vita a una donna (o a un uomo), anche il corpo deve esprimere questa dedizione. Lì entra il rapporto sessuale, non prima. Perché il corpo, nell’atto coniugale, dimostra corporalmente ciò che è accaduto alle anime sull’altare, di fronte al sacerdote e ai testimoni.

Offrire il corpo senza aver offerto l’anima è una bugia, perché il corpo dice qualcosa che in realtà non è accaduto. Per questo non si ammettono i rapporti extraconiugali, perché non compiono la funzione naturale che Dio ha attribuito all’atto sessuale.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.