Aleteia

Il diavolo assegna un demonio per tormentarci?

Strels / Shutterstock
Condividi
Commenta

La missione principale di Satana è allontanarci da Dio, con ogni mezzo a disposizione

Il famoso autore cristiano C.S. Lewis ha scritto nel 1942 un libro affascinante intitolato Le Lettere di Berlicche, una satira religiosa scritta dal punto di vista di un “demone zio” che istruisce il suo “demone nipote” su come tentare gli esseri umani.

Il libro si concentra sul concetto per il quale se Dio assegna un angelo custode a ciascun individuo, allo stesso modo Satana deve assegnare un demone particolare per contrastare la guida dell’angelo. È un’idea interessante, che implica qualche grado di verità.

Il Catechismo della Chiesa Cattolica spiega che Satana non era solo nella sua ribellione contro Dio: “Satana o il diavolo e gli altri demoni sono angeli decaduti per avere liberamente rifiutato di servire Dio e il suo disegno. La loro scelta contro Dio è definitiva. Essi tentano di associare l’uomo alla loro ribellione contro Dio” (CCC, n. 414).

La caduta di Satana è narrata nel libro dell’Apocalisse, in cui San Giovanni scrive che “fu precipitato sulla terra e con lui anche i suoi angeli” (Ap 12, 9).

Al di là di questo, si sa poco del diavolo. È una verità di fede che Satana e i suoi demoni esistano, ma non si conosce il numero di demoni e se Satana li assegni a degli esseri umani in particolare.

Parlando da un punto di vista biblico, può essere che molteplici demoni stiano provando attivamente ad allontanarci da Dio. Nel Vangelo di Marco, Gesù pratica l’esorcismo di un uomo posseduto e scopre una “legione” di demoni (cfr. Mc 5, 9). Una legione romana all’epoca di Gesù aveva tra i 3.000 e i 5.000 soldati. Ciò vuol dire che almeno 3.000 demoni stavano tormentando un singolo individuo!

Gesù ha anche scacciato sette demoni da Maria Maddalena in un episodio menzionato brevemente nella Scrittura (cfr. Mc 16, 9).

Questa metodologia sembra corrispondere alla natura del male, che ha la tendenza ad agire come un branco di lupi intorno alla preda.

La buona notizia è che Dio è più potente di qualsiasi legione di demoni. Ad esempio, Gesù ha menzionato l’alto numero di angeli buoni al suo comando quando ha detto: “O credi che io non possa pregare il Padre mio, che metterebbe subito a mia disposizione più di dodici legioni di angeli?” (Mt 26, 53). Gesù sta dicendo che il Padre può inviare almeno 60.000 angeli ad aiutarlo! Abbiamo sempre il nostro angelo custode al nostro fianco, ma Dio può inviarne di più se ci rivolgiamo a Lui nel momento del bisogno.

E allora, anche se un demone particolare è stato “assegnato” per tentarci e tormentarci, non abbiamo motivo di temere i demoni quando viviamo in stretta unione con Dio. Come ha scritto San Paolo nella sua lettera ai Romani, “se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Rm 8, 31).

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni