Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 13 Giugno |
Sant'Antonio da Padova
home iconStile di vita
line break icon

5 bugie sulla perdita della verginità

Prochkailo - Shutterstock

Cecilia Zinicola - pubblicato il 20/10/17

Si dice falsamente che la domanda più confusa che si affronta nella vita sia “Sono pronto ad avere rapporti sessuali?” Non deve mai esserci confusione al riguardo! Una decisione tanto importante dev’essere chiarissima, e questo implica tempo e preparazione, come tutto ciò che vale la pena.




Leggi anche:
Verginità all’asta? Una gara al ribasso

Shutterstock

4. Perdere la verginità non è una gran cosa

Unirsi sessualmente a un’altra persona implica una grande responsabilità, e ogni incontro sessuale ha conseguenze fisiche, emotive, sociali e lavorative che esigono una maggiore riflessione.

È una cosa speciale che non si può vivere alla leggera o con qualsiasi persona. Un unico incontro sessuale può provocare ferite superflue e cambiare completamente la vita per sempre con una gravidanza o il contagio di una malattia sessualmente trasmissibile.




Leggi anche:
Una seconda verginità è possibile?

Shutterstock

5. Perdere la verginità implica proteggersi dall’altro

La visione del sesso senza la sicurezza e la pace del vincolo matrimoniale toglie tutto il romanticismo.

Anziché fare l’amore ci si prepara per la guerra: dispositivi, iniezioni, prodotti chimici o preservativi vengono usati per “proteggersi” dall’altro, anche quando non sono efficaci per evitare una gravidanza o il contagio di malattie.

Shutterstock

Il sesso non è pensato per dividere le persone, né per danneggiare la loro salute o esporle a esperienze di preoccupazione o timore, ma per viversi in modo pieno, sano e responsabile in un contesto di donazione senza barriere.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni