Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

13 cose che sicuramente non sapete su Mont-Saint-Michel

Shutterstock
Condividi
Commenta

Tutto quello che avete sempre voluto sapere e non avete mai chiesto... e altre informazioni sorprendenti!

Mont-Saint-Michel non smette di attirare visitatori da tutto il mondo che vanno in pellegrinaggio o per compiere una visita turistica. Ma conoscete i suoi segreti, dalla sua costruzione ai tesori che racchiude, passando per l’esatta localizzazione geografica?

1. Chi ha deciso di costruire una chiesa in un posto del genere?

Secondo la Revelatio ecclesiae sancti Michaelis, il testo più antico che riferisce le origini di Mont-Saint-Michel, la prima fondazione dell’abbazia risale all’anno 708. Aubert, vescovo di Avranches, fece costruire un primo santuario dedicato all’arcangelo San Michele.

La leggenda racconta che San Michele gli apparve tre volte in sogno per chiedergli di costruire una chiesa in suo onore sulla cima del “monte Tombe”. Al terzo tentativo l’arcangelo arrivò al punto di perforare il cranio di Aubert con il dito per convincerlo a realizzare finalmente l’opera.

Quando il santuario è stato terminato, Aubert ha inviato dei messaggeri al promontorio del Gargano per riportare indietro le reliquie dell’arcangelo al monte Tombe. Il santuario, una volta terminato, è stato consacrato a San Michele il 16 ottobre del 709. Con dodici sacerdoti, ha attirato rapidamente numerosi pellegrini.

2. Perché scegliere un luogo così particolare?

Il culto a San Michele in Occidente risale al V secolo. Numerosi altari e chiese gli vennero consacrati in tutta Europa, perfino in Irlanda e in Russia. Questi luoghi di culto si trovano nella maggior parte dei casi in luoghi eccezionali ed elevati, capaci di risvegliare l’immaginazione delle persone. Spesso si parla anche di “culto aereo” all’arcangelo.

Il Gargano è stato uno dei primi luoghi dedicati all’arcangelo. Anche i monaci irlandesi hanno costruito un santuario in un luogo elevato di un’isola ripida, Skellig Michael. In Inghilterra, Saint Mickael’s Mount in Cornovaglia si trova su una roccia alla quale si può accedere solo con la bassa marea. Questa replica del Mont-Saint-Michel era sicuramente un priorato collegato all’abbazia della Normandia.

Pagine: 1 2 3 4 5

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni