Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 25 Luglio |
San Charbel
home iconStile di vita
line break icon

Posso essere felice se soffro?

© Facebook / Gaspard, entre Terre et Ciel

Centro de Estudios Católicos - pubblicato il 16/10/17

Per essere davvero felice devi vivere tutto ciò che implica la vita

di Pablo Perazzo

Ricordo l’ultimo viaggio che abbiamo fatto in Europa. Abbiamo visitato moltissimi luoghi ed è stato bellissimo. Ci siamo divertiti un sacco.

Nella nostra vita accadono molte cose belle, vero? Ma non possiamo neanche dimenticare i momenti difficili che abbiamo vissuto, le sofferenze, le malattie… A volte ci sono malattie mentali, che provocano grande dolore.

Ma ascoltate bene. Si può vivere con la sofferenza ed essere felici. Sì, è possibile, e ora vorrei vedere con voi come poter essere felici pur soffrendo.

Sono molti i modi in cui la gente si accosta alla sofferenza. Un primo modo è quello di chi non vuole accettare il dolore e semplicemente lo rifugge. Come? In genere con sesso, droghe, alcool, o buttandosi sulla tecnologia, sul cellulare. Si cerca di pensare tutto il tempo a qualcosa, senza voler affrontare una cosa che bisogna affrontare e bisogna sapere come gestire: la sofferenza, che fa parte della vita.

C’è un altro tipo di persone che accetta la sofferenza, perché è ovvio che soffre, ma visto che non vuole assumere la gravità o il peso che implica semplicemente lo minimizza.

Altre persone accettano, si rendono conto del problema, ma dicono: “Che fare, è toccato a me”. Si rassegnano e finiscono per essere amareggiati e rancorosi.

Un altro modo ancora è quello delle persone che hanno una vita parallela, ovvero una vita nella quale accettano, sanno che hanno una sofferenza, ma hanno diciamo delle vie di fuga, come se in quella vita non avessero problemi. Si divertono, fanno ciò che vogliono, ma non hanno una sofferenza.

Altre persone sopravvalutano il problema, che diventa tutta la loro vita. Non sono più capaci di vedere le cose positive, non riescono a vedere la loro famiglia o le cose che sono davvero buone, allegre. Vedono solo il problema.

Il punto allora è questo: come poter essere felici pur soffrendo? È possibile essere felici nella sofferenza?

Ve lo spiegherò in modo semplice. È la vostra vita, no? Ci sono cose allegre, momenti belli, la vostra famiglia, cose positive, ma ci sono anche aspetti difficili, dolori, sofferenze, ma tutto fa parte della vostra vita.

Per essere davvero felici dovete vivere con tutto ciò che implica la vita, e nella misura in cui vivrete la persona che siete, quello che siete, con gli aspetti positivi e le difficoltà, sarete felici. E anzi, quando aiutate gli altri a imparare ad assumere la loro sofferenza, aiutandoli ad essere felici pur nel dolore, potete essere felici anche voi pur soffrendo.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
felicitàsofferenzavita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
3
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
4
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
7
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni