Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché le famiglie cattoliche adoreranno la nuova campagna pubblicitaria di Hanna Andersson

Condividi

Mostra un lato della famiglia splendido e raro al giorno d’oggi…

Potete semplicemente ignorare quello che vedete nelle pubblicità, ma non si può negare che questa ha un certo effetto su di noi, che ce ne rendiamo conto o meno. Ed è questo il motivo per cui amiamo la nuova campagna pubblicitaria di Hanna Andersson, in cui si vedono famiglie numerose con più di due figli. Famiglie di questo tipo non si vedono tutti i giorni, ma anche se oggi le famiglie numerose sono meno comuni esistono, e pensiamo che sia splendido che questa compagnia con influsso svedese con base in Oregon (Stati Uniti) le mostri.

La ricerca ci dice che in media gli americani vedono tra i 4.000 e i 10.000 annunci pubblicitari al giorno. Queste immagini e queste parole hanno un effetto sul modo in cui funziona la società e in cui vediamo il mondo, e ci dicono di cosa possiamo avere bisogno, stimolano i nostri desideri e spesso rappresentano una vita che forse speriamo di raggiungere un giorno. Riflettono i valori di una cultura, nel bene e nel male, e a volte offrono un barometro del clima politico e sociale della nostra Nazione.

E allora pensateci… quando è stata l’ultima volta in cui avete visto una pubblicità in cui c’era una famiglia con più di uno o due bambini? La maggior parte degli spot di oggi mette in luce la famiglia perfetta composta da quattro persone: madre, padre e due figli, un maschio e una femmina, niente di più e niente di meno. Gli esperti di marketing sanno che la realtà della famiglia americana sta cambiando – moltissime pubblicità mostrano padri single che fanno il bucato, famiglie multirazziali con membri di culture e Paesi diversi e molte altre variazioni rispetto a quella che una volta era considerata la “norma”.

Perché, allora, le compagnie lasciano fuori dai giochi le famiglie che non rientrano nello standard di quattro persone? Hanna Andersson mostra con orgoglio famiglie con tre, quattro figli o più, ma è quasi impossibile trovare altre campagne che facciano lo stesso.

Lo so perché ho cercato come una pazza su Internet al riguardo. La maggior parte delle pubblicità rivolte alle famiglie sembra un po’ come questa:

Shutterstock

Mamma e papà si godono la loro vita perfetta, vero? Non c’è niente di male in rappresentazioni positive come questa, ma cosa succede quando si aggiungono altri bambini all’equazione?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni