Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconChiesa
line break icon

La bellezza di Papa Francesco: a Bologna ha unito islamici, protestanti, non credenti e gay

© Antoine Mekary / ALETEIA

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Italia - pubblicato il 05/10/17

Quello che resta del viaggio in Emilia sono i commenti di chi è sceso in strada per vederlo. Provate a leggerli e scoprirete un piccolo "miracolo"

La bellezza di Papa Francesco è quella di un uomo che piace a tutti. Proprio a tutti. E la visita pastorale a Bologna e a Cesena ne è stata l’ennesima dimostrazione.

Un reportage del quotidiano La Repubblica (2 ottobre), che proprio un ultracattolico, titola così:

Il disoccupato, la coppia gay, il non credente: “Noi, in piazza per Francesco, è il Papa di tutti”.

ISLAMICI E PROTESTANTI

Francesco è amato trasversalmente in ogni piazza dove sosta, in ogni strada che percorre. Così anche la laica Bologna si è riscoperta “bergogliana”.

Ci sono anche tanti che credenti non sono, stranieri e fedeli di altre religioni. Accanto a un giovane islamico del Bangladesh (“Sono venuto perché a noi musulmani ci ha chiamati fratelli”, rivela), si è fermata una coppia con due ragazzini. Tutti e quattro alti, biondissimi. “Siamo svedesi”, dice lei. Sono in vacanza in Italia e si sono fermati a Bologna per un paio di giorni. Ma non si aspettavano di trovarci papa Francesco. “È stata una sorpresa – continua la donna – Ci fa piacere poterlo vedere. Lo scorso anno era venuto da noi in Svezia per i 500 anni della riforma luterana”. La loro famiglia non è praticante, racconta, ma quell’incontro era stato “un atto di grande tolleranza, che ci ha colpiti”.




Leggi anche:
La sintesi del Papa a Cesena e Bologna su politica, bene comune, lavoro e disoccupazione

IL DISOCCUPATO

I suoi continui appelli per il lavoro le uguaglianze sociali sono una goccia di speranza.

In piazza a Bologna, Francesco è venuto a incontrare soprattutto il mondo del lavoro e della cooperazione. Una realtà che sta tornando in forze in Emilia-Romagna, ma che ha patito i lunghi anni di crisi economica. “Ormai è solo lui che riesce a parlarci – si lamenta Carlo, disoccupato sulla sessantina, un passato comunista – Dice quello che dovrebbero dire e fare i nostri governanti. Lui è vicino a chi è in difficoltà. È sincero, e la gente lo sente. Per questo piace“.


POPE FRANCIS REFUGEES

Leggi anche:
Il pranzo del Papa con i poveri a San Petronio? No, nessuna profanazione

GLI OMOSESSUALI

Una coppia di ragazzi gay, che lo ha atteso lungo la strada evoca la misericordia, come strada maestra per l’accoglienza alle persone omosessuali. Per loro Francesco è una più di una speranza.

Lungo via Rizzoli, ad aspettare il passaggio della papamobile c’è anche una coppia di ragazzi gay. Glissano sulla loro fede, ma sul perché siano presenti sono ben chiari: “Le parole di questo papa sull’omosessualità sono importanti“. Anche se la dottrina in materia sessuale non è cambiata, spiegano, “la misericordia che Francesco dimostra è reale”. Un papa, insomma, che a tanti bolognesi piace perché non ha paura del confronto con l’altro.




Leggi anche:
Così Papa Francesco accoglie persone omosessuali e trans

LO STUDENTE NON CREDENTE

Un papa che riesce ad attirare l’attenzione anche di non credenti e atei.

Lo conferma anche Tommaso, un universitario non credente. “Penso che il dialogo con chi non ha fede, nel rispetto delle posizioni di ciascuno, sia importante per una società sana che vuole progredire nella tolleranza”. Ma perché sei qui? Risponde citando un verso della Piazza Grande di Lucio Dalla, che Gianni Morandi ha appena finito di cantare sul sagrato di san Petronio: “A modo mio, avrei bisogno di pregare Dio”.

Tags:
bolognapapa francescovisita pastorale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni