Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

Una moglie e un marito che si amano ancora…nonostante un incidente (VIDEO)

LAURA JOHNNY GRANT
Condividi
Commenta

laurabpilates

“Don’t worry about anything; instead, pray about everything. Tell God what you need, and thank him for all he has done. Then you will experience God’s peace, which exceeds anything we can understand. His peace will guard your hearts and minds as you live in Christ Jesus”.

Nonostante il mio inglese a macchia di leopardo sono riuscita a tradurmi da sola queste due frasi.

“Non angustiatevi per nulla, ma in ogni necessità esponete a Dio le vostre richieste, con preghiere, suppliche e ringraziamenti. E la pace di Dio, che sorpassa ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Gesù Cristo”  (Filippesi, 4, 6-7)

 

Ecco. Con questi due versetti della Lettera ai Filippesi Laura, una bellissima donna, americana, sportiva, bionda, occhi azzurri e sorriso largo, introduce un’immagine di lei col marito John, postata sul suo profilo Instagram. Conta 500mila followers.

Ah, gli sposi novelli! Tutto zucchero e occhi languidi! Ah, cari piccioncini ancora risparmiati dalle durezze della vita, ora la Parola di Dio vi sembra un leggero e profumato balsamo da applicare generoso sui vostri bei capelli vaporosi…

Va bene vi perdoniamo, perché siete giovani.

E invece no. Non è così come volevo farvi sembrare. Laura è sì bella, giovane, bionda, in forma smagliante (vedrete nelle sue foto le sue performances da istruttrice Pilates. Mi ha fatto venire voglia di cominciare questa disciplina. Di notte).

Il marito Jonathan Grant e lei si amano, sono innamorati, si sono sposati da relativamente poco tempo, 5 anni. Che saranno, le nozze di legno? Sì, google mi conferma che sono quelle di legno.

Ma poco prima del loro quinto anniversario Jonathan rimane coinvolto in un terribile incidente d’auto. Riporterà gravi danni cerebrali.

Lo vedrete, nelle foto e nel video, intubato, con gli occhi chiusi. Chissà, forse già qualcuno in quei 61 giorni si sarà fatto scappare l’epiteto “vegetale”?

Non lo so.

Lasciamo andare il file. Laura è con lui, sempre. Dorme al suo fianco. Certo avrà avuto momenti di stanchezza e impazienza, è giusto presumerlo.

 

61 sono i giorni di coma che vive John. E che Laura veglia, sempre.

Come professionista pare sia nota e affermata. La sua attività è presumibilmente redditizia. Bene!

(Risparmiatevi però se possibile i commenti un poco gretti che troverete in abbondanza sotto il video postato sulla pagina di FanPage, sul fatto che “eh, eh certo, troppo facile, lei è ricca. Eccome se poteva aiutare il marito. E le assicurazioni? Sono squali”. E via ammorbando).

Immediatamente dopo l’incidente lascia il lavoro e si dedica, insieme con i terapisti, alla riabilitazione del marito. 10 ore al giorno. Siamo abbastanza sicuri che i soldi non spieghino sempre tutto!

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni