Aleteia

3 significati dell’essere fedeli nel matrimonio

Shutterstock-Antonio Guillem
Condividi
Commenta

“Prometto di esserti fedele” è una delle promesse del matrimonio

Cosa significa essere fedeli? Spesso usiamo la parola “fedeltà” per riferirci semplicemente al fatto di non commettere adulterio, ma il termine in sé abbraccia molto più di questo!

Nel dizionario della Real Academia Española, il termine “fedele” è descritto in questo modo:

Agg. Che custodisce fede, o è costante nei suoi affetti, nel compimento dei suoi doveri, e non tradisce la fiducia riposta in lui.

Essere fedeli è essere del tutto affidabili, saldi e incrollabili, e la Bibbia parla di questo tipo di fedeltà in quattro modi:

un attributo di Dio;

una caratteristica positiva di alcuni uomini;

qualcosa che manca a molti uomini;

un dono dello Spirito Santo.

Una PERSONA FEDELE è una persona che ha rispettato la fiducia dell’altro in modo molto saldo.

Alcune persone fanno della fedeltà un tratto distintivo dei loro rapporti umani, ma la fedeltà che importa di più è quella che mostriamo nei confronti di Dio e del nostro prossimo.

Nel matrimonio applichiamo questa fedeltà nei confronti del nostro coniuge rispettando la fiducia che ha riposto il nostro coniuge in noi.

Ecco 3 grandi significati della fedeltà coniugale.

1.- Essere fedeli è essere rigorosi nel compimento del dovere

Essere un coniuge fedele significa compiere totalmente tutti i nostri doveri, sia per il nostro coniuge che nel nostro ruolo di partner.

Ciò include amare, rispettare e condividere tutti gli aspetti della vita. Significa portare i pesi dell’altro.

Questo vuol dire che il marito deve amare la moglie con sacrificio, e che le mogli devono obbedire ai mariti. Significa ottenere un’intimità esclusiva.

Un coniuge fedele è una persona che rispetta tutti i doveri nei confronti del suo partner con tutto il cuore.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni