Ricevi Aleteia tutti i giorni
Aleteia

Impara a lottare per avere successo, restando umile. Te lo insegna San Pietro

© Public Domain
Condividi
Commenta

L'apostolo ha imparato da Gesù come credere in se stesso e superare ostacoli anche ardui. Un esempio per ogni cristiano

Un uomo che ci insegna a lottare per raggiungere un obiettivo, a non abbatterci nei momenti più difficili, a restare umili ma allo stesso tempo vicini a chi ci indirizza sulla retta via.

Il profilo di questo uomo è quello dell’apostolo Pietro. A tratteggiarne la personalità è Georges Chevrot inSimon Pietro. L’uomo, l’apostolo, il peccatore pentito, alla guida della Chiesa” (Ares).

L’ESORTAZIONE DI GESU’

La “pesca miracolosa” sul Lago Tiberiade è l’episodio che “scatena” l’immagine dell’uomo valoroso a cui ogni cristiano dovrebbe ispirarsi.

Gesù ha condotto i suoi ascoltatori sulla sponda del lago, e mentre questi si accalcano sulla riva Egli sale sulla barca di Simone e lo prega di allontanarsi un po’ dalla spiaggia, così da poter essere meglio inteso dalla folla. Al termine del discorso, mentre Pietro si accinge a riportare a terra il Maestro, Gesù lo ferma: «Prendi il largo e getta le reti».

Gli addetti ai lavori, di solito, sono tutt’altro che benevoli verso i profani che pretendono d’insegnar loro il mestiere. Tanto più dopo una notte insonne e con una pesca andata male.

IMPARARE AD AVERE FIDUCIA

«Maestro – dice Simon Pietro abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla…». Ha appena parlato, e già è pentito di quel che ha detto. Come opporsi a una parola del Cristo? La timida protesta si smorza subito: «Ad ogni modo, se lo dici tu, caleremo le reti».

Il Maestro li vuole ora convincere che, uniti a Lui, potranno compiere le più incredibili imprese. Simone ha già compreso: In verbo tuo. Gesù comanda, ed egli parte. Partirà di nuovo, con la stessa fiducia nella divina parola, dopo che avrà ascoltato l’ultima consegna: «Andate! Ammaestrate tutti i popoli… Sarò con voi sino alla fine del mondo».

RIPARTIRE SENZA I SOLITI ERRORI

Duc in altum! Prendi il largo, comanda Gesù. Non lasciarti fermare dagli insuccessi. Ritorna al punto di partenza. Ricomincia da capo…

È il segreto del successo e della vittoria: saper ricominciare. E saper ricominciare significa far tesoro delle lezioni scaturite dalla sconfitta, provare un’altra volta. Ricominciare modificando le condizioni di partenza. Ricominciare evitando gli errori precedenti, correggendo le imperfezioni alla luce dell’esperienza.

ESEMPIO DI CORAGGIO

Ritorna dov’eri, Simone. Ricominciare non vuol dire, nella vita spirituale, cominciare un lavoro nuovo, ma riprendere il lavoro interrotto. Salvo eccezioni, non si tratta di cambiare direzione, direttore spirituale, condizione di vita, ma di riprendere la strada con uno spirito più giovane e più coraggioso.

Certo, a volte sarà necessario cambiare il metodo di spiritualità o d’azione; ma teniamo ben presente che quasi sempre l’insuccesso dipende da noi, che non abbiamo saputo o voluto utilizzare i mezzi offertici dalla Provvidenza, più che dall’imperfezione dei mezzi.

Ricominciare vuol dire fare la stessa cosa sforzandoci di farla meglio.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni