Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
Approfondimenti

Terremoto in Messico, un castigo di Dio nei confronti dei cattolici?

Alfredo Estrella / AFP

SIAME - pubblicato il 25/09/17

Un vescovo messicano risponde a un pastore protestante che esorta a cambiare confessione dopo che il terremoto ha danneggiato centinaia di chiese

Dopo il terremoto del 7 settembre che ha colpito una parte importante del Messico, provocando gravi danni negli Stati di Chiapas e Oaxaca, sulle reti sociali sono circolati vari video e messaggi di predicatori che assicurano che la fine del mondo è vicina e sostengono che Dio sia “arrabbiato” con la Chiesa cattolica. Questa tendenza è stata così diffusa che il vescovo di San Cristóbal de las Casas, monsignor Felipe Arizmendi, si è visto in dovere di chiarire la situazione.

Ignoranza

Dopo aver ricordato i danni provocati dal terremoto di 8,2 gradi della scala Richter, tra i quali molte vittime, migliaia di abitazioni, scuole e centri sanitari crollati o devastati e danni in numerosi templi dei secoli XVI e XVIII in entrambi gli Stati, il vescovo ha spiegato che questi ultimi sono stati utilizzati da un pastore protestante nel Chiapas – considerato lo Stato meno cattolico – per diffondere l’idea che il sisma sia una prova del fatto che Dio non vuole la Chiesa cattolica, e quindi esorta a cambiare religione.

Monsignor Arizmendi si è riferito a questo fatto come a una grande “ignoranza”, perché – ha affermato – “sono crollati anche templi protestanti e sono morte anche persone di religione evangelica”, soprattutto nella costa del Chiapas e nell’istmo di Tehuantepec, dove si è sentito maggiormente l’effetto devastante.

Il vescovo, che ha rivolto un forte appello alle autorità a restaurare i templi, perché sono proprietà della federazione, ha spiegato chiaramente che non è stato un evento voluto da Dio contro i cattolici. “Siamo tutti peccatori, e chi dice di non esserlo commette due peccati gravi: la menzogna e l’orgoglio”.




Leggi anche:
Il terremoto di San Giovanni Crisostomo

Il presule ha anche assicurato che il sisma non è una prova dell’imminente fine del mondo, come affermano altri predicatori. “Gli scienziati spiegano questo terremoto come il movimento brusco della placca tettonica chiamata de Cocos, sulle spiagge del Chiapas, che è parte della faglia che viene dalla California. È una cosa naturale, non un castigo divino”, ha dichiarato.

Dov’è la Chiesa?

Monsignor Arizmendi ha anche spiegato che visto che i notiziari televisivi diffondono solo l’operato delle istanze governative, alcuni si sono chiesti dove sia la Chiesa. Al riguardo, ha segnalato che questa è una delle sue grandi virtù. “Ho vissuto inondazioni e altri fenomeni, ed è la nostra gente della Chiesa la prima ad accorrere e ad aiutare, perché siamo in mezzo al popolo e arriviamo dove non arrivano né il Governo né la televisione. Testimonio l’aiuto reciproco, fraterno e immediato dei vicini, delle famiglie, dei nostri catechisti, delle parrocchie, della Caritas e degli agenti di pastorale, anche se non viene diffuso dai media. La tua sinistra non sappia…”

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
chiesa cattolicacristiani evangelicimessicoprotestantiterremoto
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni