Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
home iconApprofondimenti
line break icon

I laici cattolici e gli scandali sessuali della nostra epoca

Shutterstock

Tom Hoopes - pubblicato il 21/09/17

Il clero poco retto è sempre problematico, ma oggi buona parte della colpa è dei genitori cattolici

Qual è il gruppo responsabile dei più grandi scandali sessuali che riguardano oggi i bambini: quello composto da sacerdoti, religiosi e vescovi o i laici?

Quando tra cent’anni verrà raccontata la storia del nostro tempo, non dubito del fatto che a tutti verrà data la loro dose di responsabilità, ma penso che la risposta sarà “i laici”.

Il peccato sessuale è passato dall’essere una delle tante tentazioni a cui le persone diventano suscettibili solo da adulti a un problema pervasivo che inizia nell’infanzia.

Papa Benedetto XVI lo ha affermato nel 2008 nella sua visita in America, quando ha detto ai vescovi: “Che cosa significa parlare della protezione dei bimbi quando la pornografia e la violenza possono essere guardate in così tante case attraverso i mass media ampiamente disponibili oggi?”

Il defunto cardinale Francis George disse ai media di Chicago quanto fosse vera questa affermazione: “I vescovi non si sono sentiti liberi di dirlo perché sembra che ci vogliamo scrollare di dosso la responsabilità, ma lui è libero di dirlo. E lo ha fatto”.

Nel decennio successivo, lo scandalo relativo ai laici non ha fatto che peggiorare.

L’accesso alla pornografia che abbiamo offerto ai bambini ha conseguenze tragiche. I bambini imitano quello che vedono. Mettono in pratica quello che guardano, e questo vale per la pornografia come per qualsiasi altra cosa.

Uno studio afferma che i bambini in genere iniziano ad avere un’attività sessuale circa un anno dopo aver guardato seriamente materiale pornografico – in media a 12 anni.

Generalmente le conseguenze sono solitudine, ansia e difficoltà a stringere i legami. Di recente, 20/20 della ABC ha raccontato la storia di una bambina californiana, Brooke, la cui dipendenza dai social media l’ha portata a iniziare a inviare sue fotografie compromettenti agli uomini che la ricattavano e ad abusare di alcool e droghe.

Ma spesso la situazione è anche peggiore.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
chiesalaicipornografia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MARIA DEL MAR
Rodrigo Houdin
È stata abbandonata in una discarica, ma ha c...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CHARLES
Anna Ashkova
La preghiera del Beato Charles de Foucauld da...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni