Aleteia

Echi del Papa in Colombia: “Dio mi ha salvato la vita perché mi dedicassi ai bambini con l’HIV”

Il Papa ha ricevuto questo zucchetto in occasione della sua visita alla Fondazione Llano Amor
Condividi
Commenta

Un religioso che ha salutato Papa Francesco durante la sua visita recente racconta ad Aleteia la sua vocazione dopo un grave incidente

Così ha guadagnato una nuova vita dopo essere stato sul punto di morire. “Solo Dio sa perché, a che scopo mi ha guarito e perché mi mantiene in questo mondo. Non è stata toccata l’aorta per appena 5 millimetri”.

Oggi il presbitero si occupa dei bambini della Fondazione Llano Amor. “Ci donano molto amore, un abbraccio, un grazie, un sorriso. È una fonte di grande amore per noi. Vediamo in loro il volto di Cristo”.

Da dieci anni il sacerdote si occupa, nel contesto dell’opera dei Missionari di Gesù Maestro, della cura dei bambini della Fondazione, che al momento assiste 22 piccoli affetti dall’HIV che hanno realizzato il proprio sogno di incontrare il Papa.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni