Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 29 Novembre |
San Vincenzo Romano
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

La Chapel-in-the-Mall: trovare Dio nel luogo più impensato

web3-carmelite-st-therese-chapel-in-the-mall-northshore-mall-peabody-massachusets-carmelite-chapel-in-the-mall-facebook

Carmelite Chapel in the Mall | Facebook

Zelda Caldwell - Aleteia inglese - pubblicato il 12/09/17

Questa cappella carmelitana offre pace e nutrimento spirituale nel caos di un centro commerciale

Al livello inferiore del centro commerciale Northshore Mall di Peabody (Massachusetts, Stati Uniti), una cappella cattolica offre da 57 anni un rifugio dalla frenesia della vita moderna.

Situata un piano sotto il bar-ristorante Not Your Average Joe, la Chapel-in-the-Mall (cappella nel centro commerciale) carmelitana di Santa Teresa offre a chi fa shopping l’occasione per assistere alla Messa, confessarsi o semplicemente sedersi a pregare.

web-carmelite-chapel-in-the-mall-st-therese-entrance-carmelite-chapel-in-the-mall-facebook
Carmelite Chapel in the Mall | Facebook

Fondata nel 1960 come parte dell’iniziativa del cardinale Richard Cushing di “portare Dio sul mercato”, la cappella serve le persone che cercano un sostegno spirituale, ma è anche un’attrazione di per sé.

“La mia esperienza in questa cappella è bellissima”, ha detto ad Aleteia padre Jilson George, direttore della cappella. “Tante persone vengono ogni giorno da me per dirmi come la cappella sia un luogo molto speciale in mezzo alla frenesia del centro commerciale”.

“È un luogo in cui trovano pace e preghiera, e una fonte di nutrimento e di gratitudine”, ha affermato.

Dopo un periodo di declino, negli ultimi anni secondo padre George la frequenza è aumentata. Nei giorni feriali circa 100 persone assistono alla Messa, 500 il sabato. Padre George stima che circa il 90% di queste si rechi al centro commerciale solo per andare nella cappella.

Con la Messa offerta due volte al giorno nei giorni feriali, tre il sabato e sei volte nelle feste di precetto, la Chapel-in-the-Mall offre ai fedeli quello che potrebbe non essere disponibile nelle loro parrocchie.

web-carmelite-chapel-in-the-mall-st-therese-sanctuary-carmelite-chapel-in-the-mall-facebook
Carmelite Chapel in the Mall | Facebook

Padre George stima che ogni giorno circa 30-40 persone si accostino alla confessione, che viene offerta ogni giorno per due ore, cosa che la maggior parte delle chiese non riesce a proporre. Ogni giorno è offerta anche l’Adorazione Eucaristica per tre ore.




Leggi anche:
Adorazione del Santissimo per bambini? Esperienze sorprendenti

Cath Fonzo, che frequenta regolarmente la cappella, confessa che le dà un grande conforto non appena entra nel centro commerciale.

“La cappella è un luogo di pace e conforto, un santuario. Entro lì e mi lascio il mondo alle spalle. Non appena entro nel centro commerciale trovo la pace, sapendo che Gesù e la celebrazione della Messa sono tanto vicini”, ha affermato.

web-carmelite-chapel-in-the-mall-st-therese-mass-carmelite-chapel-in-the-mall-facebook
Carmelite Chapel in the Mall | Facebook

La cappella è riuscita a sopravvivere ai cambiamenti nella proprietà del centro commerciale e a una ristrutturazione nel 1993. All’epoca il nuovo proprietario ha pensato di porre fine al contratto di locazione, ma una petizione ha aiutato ad evitare la chiusura della cappella, che riesce a pagare l’affitto grazie alle offerte e ai proventi del gift shop.




Leggi anche:
L’eremita che adotta le chiese abbandonate

All’inizio di quest’anno, una cappella carmelitana nel centro commerciale Bergen Town di Paramus (New Jersey) ha dovuto chiudere i battenti dopo 50 anni, mentre il centro cercava nuovi locatari per una ristrutturazione.

Oltre alla Chapel-in-the-Mall carmelitana di Santa Teresa, l’iniziativa del cardinale Cushing ha aperto altre tre cappelle a Boston per aiutare a trovare Dio nella vita quotidiana. La cappella di San Francesco è stata fondata nel 1969 presso il Prudential Center, affiancandosi a Our Lady of the Airways presso l’aeroporto Logan di Boston e a Nostra Signora del Buon Viaggio nel distretto di Seaport.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
cappellastati uniti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni