Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 17 Maggio |
San Pascual Baylón
home iconChiesa
line break icon

Alcune cose da sapere assolutamente sul viaggio del Papa in Colombia

POPE FRANCIS,COLOMBIA,ART

Marko Vombergar | Aleteia | I.MEDIA

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Italia - pubblicato il 06/09/17

Dalla mediazione tra Santos e la guerriglia alla beatificazione di Jaramillo e Ramirez

Solcherà l’oceano Atlantico, percorrendo 19.650 chilometri, per recarsi in un solo Paese. La Colombia è l’unica meta del prossimo pellegrinaggio internazionale di papa Francesco. In genere, nel dover percorrere una simile distanza, il Pontefice abbina più nazioni. Stavolta non l’ha fatto.

Il viaggio è da mercoledì 6 a lunedì 11 settembre e toccherà le città di Bogotà-Villavicencio-Medellín-Cartagena. Il Papa atterra a Bogotà alle 23.30 ora italiana (ore 16.30 locali) dopo 12 ore di volo.

PERCHE’ VA IN COLOMBIA?

Bergoglio va – lo ha detto più volte – per accompagnare la Colombia nel primo passo verso la pace. Una pace troppo a lungo impensabile e impensata. La guerra tra governo e guerriglia delle Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia (Farc) è senza soste.

Alle spalle, il Paese latinoamericano ha un dolore mai sopito per un conflitto che ha provocato in mezzo secolo almeno 260 mila morti, più di 60 mila dispersi e 7 milioni di sfollati e profughi. Si tratta di stime, perché probabilmente le cifre esatte non le sapremo mai (Radio Vaticana, 6 settembre).

Per questo al centro della visita ci sarà una forte chiamata alla responsabilità e allo stesso tempo l’impegno ad accompagnare la riconciliazione tra le parti.

«Mi aspetto che il Papa, per grazia dello Spirito santo e con la sua esperienza pastorale, raggiunga con un messaggio di pace e riconciliazione il cuore di tutti i colombiani»: Guzmán Carriquiry, segretario della Pontificia Commissione per l’America Latina.




Leggi anche:
Il Papa in Colombia per aiutare il processo di pace

  • 1
  • 2
Tags:
colombiapapa francescoviaggio papale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni