Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Una chiamata gli salvò la vita poco prima di suicidarsi. Dopo 10 anni ha sposato il suo angelo

Condividi

Kevin a 17 anni a causa della depressione aveva deciso di uccidersi ma una telefonata gli salvò la vita

La vita del diciassettenne Kevin si salvò grazie alla chiamata di quella che oggi è diventata sua moglie ma che dieci anni fa era soltanto una ragazza conosciuta al campo scuola.
Lui rispose e quella telefonata lo distolse dal suo piano suicida. Infatti Kevin, isolato da amici e compagni di scuola, viveva un momento di depressione e tristezza tanto profondo da indurlo a pensare e pianificare di togliersi la vita. Una volta scelto e raggiunto il luogo del folle gesto, ad un passo dal suicidio, galeotto fu il telefono che inaspettatamente e provvidenzialmente squillò.

KEVIN E BLAKE DOPO 10 ANNI SPOSI!

Oggi Kevin e Blake sono marito e moglie e lui ha così raccontato a People la loro storia d’amore.

“Scrissi un biglietto d’addio e mi recai nel posto dove avrei dovuto farlo (…) “Tra i 5 e 10 secondi prima che ciò accadesse, il mio telefono ha squillato” (Huffington post, 30 agosto 2017)

Il numero era sconosciuto ma Kevin rispose e riconobbe all’istante la voce di Blake con cui aveva legato al campo scuola. Fu una chiacchierata leggera, parlarono del più e del meno, ma bastò per fargli cambiare idea.

Da quella telefonato i due non smisero mai di sentirsi, il loro legame crebbe, nonostante le storie e i rispettivi fidanzati gelosi di quell’intensa amicizia. Un giorno, liberi da legami, scoprirono che c’era qualcosa di più grande fra loro…  e qui potrebbe partire in sottofondo la canzone dei Lunapop “C’è qualcosa di grande fra di noi” 🙂 😉

L’anno scorso Kevin e Blake si sono sposati, l’aspetto comico e particolare della loro storia è, che come spesso accade nella vita di coppia, l’uno ricorda le cose diversamente dall’altra.

Blake infatti sostiene che fu Kevin a telefonarle, mentre lui ricorda che non aveva il suo numero a quei tempi.
Chissà come andò veramente quel giornoognuno ha la sua versione della storia, ma forse è bello proprio così. Entrambi sono felici e sperano che la loro testimonianza possa essere di aiuto per chi sta vivendo e combattendo la depressione.

L’APPELLO DI KEVIN

“Parlate con qualcuno. Le emozioni espresse ad alta voce, risultano diverse che riversate su un foglio di carta, inviate tramite messaggio o tenute per sé. Date agli altri la possibilità di prendersi cura di voi. Potrebbe salvarvi la vita” (Huffington post)

Blake gliel’ha salvata davvero! E poi c’è ancora chi dice che gli angeli non esistono…

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni