Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Suor Rosa 29 anni fa scrisse una tesi di laurea sulla faglia del terremoto di Ischia

Suor Rosa Lupoli
Condividi

In clausura nel Monastero delle Cappuccine di Napoli racconta su Fb la sua ricerca di laurea sui terremoti nella zona di Casamicciola

Suor Rosa Lupoli è una suora ischitana che ha lasciato l’isola 25 anni fa. Oggi è in clausura nel Monastero delle Cappuccine di Napoli. Da lunedì 21, giorno della scossa, continua a pregare insieme alle sue consorelle. Suor Rosa è stata per un decennio Abbadessa delle Clarisse cappuccine di Napoli, e oggi ritornata monaca invia tutte le mattine su Whatsapp, in una chat che ha creato per amici e fedeli, il Vangelo (ilcorrieredelmezzogiorno). Usa la tecnologia moderna per arrivare a più persone possibili.

Suor Rosa, ex pallavolista laureata in Lettere ha conseguito negli anni altri importanti titoli. Ecco il post che ha pubblicato su facebook il giorno dopo il terromoto dove racconta i suoi studi di ricerca per la tesi di laurea discussa 29 anni fa sui terremoti a Casamicciola del 1881 e del 1883. Nelle sue parole emerge dispiacere per una situazione evidentemente prevedibile spesso a suo parere non affrontata dalle autorità intervistate dai media in maniera adeguata.

Leggi anche: Preghiera alla Madonna nei tempi di calamità e tribolazione

Suor Rosa ad Ischia ha sua madre, i suoi fratelli con le rispettive famiglie, possiamo quindi immagine le paure e le preoccupazioni che avrà provato. In un post pubblicato su facebook il 22 agosto infatti ha voluto ringraziare gli amici che si sono interessati e tutti coloro che le hanno fatto sentire calore e vicinanza:

Desidero ringraziare quanti mi hanno manifestato affetto e attenzione sapendo che sono originaria di Ischia e che lì c’è la mia famiglia:la mia mamma e i miei fratelli con le loro famiglie! – ha scritto – I miei stanno bene e non hanno avuto danni alle case,abitando nella zona di Ischia Porto, ma hanno avuto paura, tanta paura come tutti del resto! Continuo a pregare insieme alle mie sorelle perché il cuore generoso degli ischitani aiuti quanti sono in difficoltà e che la macchina burocratica sia veloce nella stima dei danni e soprattutto nella ristrutturazione delle case danneggiate! Grazie e che il Signore vi benedica!

Ci uniamo alle sue intenzioni e ringraziamo lei e le sue sorelle per le preghiere.

Senza la preghiera e la supplica delle suore di clausura la vita sarebbe davvero un continuo terremoto.

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.