Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

E se il beato Pier Giorgio Frassati venisse canonizzato prima delle prossime GMG del 2019?

Condividi

È il sogno audace formulato da giovani del mondo intero, mediante la piattaforma di un sito internet.

E se il beato Pier Giorgio Frassati venisse canonizzato contestualmente al prossimo Sinodo sui giovani, la fede e il discernimento vocazionale, previsto per l’ottobre 2018, e poco prima delle prossime GMG di Panama, previste per il gennaio 2019? Un gruppo di giovani cattolici ha avuto l’audace idea d’indirizzare una richiesta in tal senso a Papa Francesco in persona.

Le chiediamo umilmente di servirsi dell’occasione del prossimo sinodo per donarci un chiaro segno che la santità è possibile, anche ai nostri giorni, per noi giovani.

Si può leggere questo, sul sito piergiorgioletter.org, creato a questo specifico scopo. Lanciata nello scorso maggio, una petizione online sul sito ha già raccolto 1.540 firme di giovani provenienti da 50 differenti Paesi. Firme di peso: a ciascuna è associata la testimonianza di un giovane che ha beneficiato dell’intercessione del giovane Frassati nella sua vita.

Non accontentatevi di una vita mediocre

Tra loro leggiamo di Grégoire, un giovane francese per il quale Pier Giorgio è oggi “il più grande modello” di santità per i giovani.

In lui è davvero chiaro il Leitmotiv dei discorsi di Papa Francesco alla gioventù: «Non accontentatevi di una vita mediocre, camminate con risolutezza verso la santità!»

Il torinese Pier Giorgio Frassati

mi mostra che essere giovane – afferma per conto suo Louise – propagare la pace di Gesù, essere umile, vivere la fede nell’amicizia, essere pieni di quella gioia perfetta che è di Dio e scalare le montagne della nostra fede è possibile oggi!

Una giovane americana, Melanie, racconta come abbia deciso di tornare alla Chiesa per la seduzione operata su di lei dalla personalità del beato Pier Giorgio:

Che tipo… amava la birra, fare scherzi alla gente, e pure scalare le montagne… ed era innamorato di una bella ragazza!

Jufre, un giovane filippino, racconta come Pier Giorgio l’ha spinto a entrare nell’Ordine dei francescani:

Pier Giorgio è uno di quelli che mi hanno aiutato a discernere in quale via Dio mi aveva realmente chiamato.

La petizione e queste testimonianze sapide e fresche saranno consegnate a Papa Francesco prima del Sinodo sulla gioventù, la fede e il discernimento delle vocazioni, che deve tenersi in ottobre 2018.

Beatificato nel 1990

Studente, alpinista e membro del Terz’Ordine domenicano, Pier Giorgio Frassati è nato nel 1901 in una famiglia molto rinomata. Benché il lusso e la mondanità fossero a portata di mano, Pier Giorgio scelse una vita al servizio dei più poveri nei sobborghi di Torino.

Di fronte all’incomprensione dei cari e dei vicini, fece prova di grande fermezza d’animo, di una umiltà disarmante, di una gaiezza e di un’energia inesauribili. Morì improvvisamente il giorno del proprio compleanno, dopo aver contratto la poliomielite. Aveva 24 anni. Beatificato nel 1990 da papa Giovanni Paolo II, il Papa polacco ne avrebbe fatto un modello di santità per i giovani e il patrono delle Giornate Mondiali della Gioventù. Sembra che la sua stella continui a brillare sui giovani…

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni