Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 22 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Funerali di stato in Pakistan per Suor Ruth Pfau

Lucandrea Massaro - Aleteia Italia - pubblicato il 19/08/17

Nel paese da quasi 60 anni, la religiosa cattolica era amatissima per il suo impegno per i malati di lebbra

Molti di voi non la conosceranno, ma in Pakistan era una personalità amata e rispettata per il suo impegno umanitario a favore dei malati di lebbra. Parliamo di suor Ruth Pfau, nota anche come la “Madre Teresa del Pakistan”, medico di origini tedesche era nel paese dagli anni ’50 ed è rimasta lì per 57 anni curando e promuovendo importantissimi programmi di prevenzione di diverse malattie che funestano l’Asia. Nel 1963 fondò il Programma nazionale di controllo della lebbra in Pakistan e il Centro Maria Adelaide della lebbra e cinque anni dopo, grazie alla sua attività, il governo avviò un programma contro la malattia in tutto il Paese, che poi fu esteso alla tubercolosi e alla cecità. Si è spenta una settimana fa all’età di 87 anni ed è pianta da una nazione intera, musulmani e cristiani uniti nel cordoglio e nella riconoscenza verso questa donna per cui sono stati predisposti i funerali di Stato (Euronews, 19 agosto).

I musulmani esprimono il loro cordoglio. Kakkazai Aamir, scrittore e ricercatore: “Dobbiamo pregare per guadagnarci un posticino accanto a lei”. Hamza Arshad, educatore musulmano: “Ruth Pfau era un angelo di misericordia per il Pakistan”. Inam Rana, avvocato e direttore del quotidiano online Mukaalma: “Era e rimarrà un simbolo dell’amore, dell’umanità e del sacrificio”. La Commissione Giustizia e Pace della Conferenza episcopale pakistana: “I suoi servizi per l’umanità erano una pura manifestazione dell’amore divino di Dio” (AsiaNews, 14 agosto)

Il premier Shahid Khaqan Abbasi, ha lodato il suo coraggio e lo spirito di servizio con cui suor Ruth cercò di migliorare le vite di quanti erano colpiti dalla malattia. E ancora:

«La nazione riconosce i suoi sforzi sempre disinteressati». Il Pakistan «la ricorderà per sempre». «È grazie alla sua lotta infaticabile che il Paese ha sconfitto la lebbra», ha scritto il consolato tedesco di Karachi su Facebook. L’ambasciatore tedesco in Pakistan, Martin Kobler, ha espresso le sue condoglianze ai rappresentanti del lebbrosario Maria Adelaide ricordando che «con suor Pfau perdiamo un simbolo importante dell’amicizia tra la Germania e il Pakistan» (Avvenire, 11 agosto).
Tags:
dialogo islamo cristianopakistan
Top 10
See More