Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 03 Dicembre |
San Francesco Saverio
home iconSpiritualità
line break icon

4 modi in cui Sant'Ignazio può aiutarvi a crescere nell'intelligenza emotiva

Shutterstock

padre Michael Rennier - pubblicato il 31/07/17

La sua enorme influenza nella direzione spirituale e la sua santità personale sono una prova del fatto che tutti possiamo progredire

Una volta mi sono sottoposto a un esame psicologico e il medico ha sottolineato che avevo una sorprendente mancanza di capacità di riconoscere i miei sentimenti. Riesco a capire se sono felice o arrabbiato, ma ho difficoltà a capirne il motivo, e le frasi “Sono arrabbiato” e “Questa persona specifica ha detto questa cosa specifica e questo è il motivo per cui sono arrabbiato” sono spesso prive di collegamento. A volte è un punto di forza, perché riesco a “funzionare” e a lavorare proprio attraverso i miei sentimenti complicati, ma sono sicuramente più numerose le volte in cui è una debolezza, visto che spesso ho ignorato i miei problemi fino a quando non sono caduto nella depressione clinica o in cicli di malattie collegate allo stress senza capirne la ragione.

In generale è piuttosto semplice vivere dimenticandoci di ciò che stiamo provando, e per questo la nostra motivazione rimane nascosta e possiamo comportarci in modi irrazionali o autodistruttivi. È per questo, suppongo, che esistono la consulenza psicologica e la direzione spirituale – tutti noi abbiamo bisogno di aiuto per far fronte alle nostre emozioni. Dobbiamo capirle, affrontarle, accettarle ed esprimerle in modo appropriato. Questo non si riferisce semplicemente alla soddisfazione individuale, perché maggiore è la nostra intelligenza emotiva, meglio riusciamo a trattare chi ci circonda con carità ed empatia. È difficile confrontarsi con altre persone quando si capisce a malapena se stessi.

Sant’Ignazio può aiutare. I suoi Esercizi Spirituali sono stati scritti mentre lottava per affrontare il suo stato emotivo e possono aiutarci a capire le nostre “affezioni disordinate”. Solo facendo questo possiamo domare il nostro caos interiore e vivere con la pace interiore.

Ecco qualche suggerimento utile su come usare la saggezza di Ignazio per sviluppare la vostra intelligenza emotiva:

Pensate sempre due volte

Gli Esercizi riguardano il fatto di concentrarsi su un momento e “sentirlo” davvero. È importante notare che l’approccio migliore alle emozioni non è negarle o ignorarle. Anche le persone razionali hanno dei sentimenti, ed è una parte splendida dell’esperienza umana. Anziché fluttuare nella vita trascurando le emozioni, è molto più utile abbracciare ciò che stiamo provando.

Se un’interazione del passato vi disturba ma non riuscite a capire perché o se qualcuno ha detto qualcosa che non vi sta bene, tornate a quel momento specifico e immaginatelo con tutti e cinque i sensi – quello che avete visto, toccato, sentito, annusato, gustato. Permettete a quel momento di travolgervi. Mentre rivivete quel momento e i vostri sentimenti vengono analizzati in modo più preciso, capirete meglio com’è rimasto con voi e come continua a influire su di voi. Forse bisogna porgere delle scuse o liberarsi da un risentimento, o serve una conversazione cuore a cuore.

Siate attenti

Non permettete alle situazioni di sopraffarvi e di spingervi ad azioni su cui avete riflettuto poco. A volte confidiamo di capire cosa sta accadendo intorno a noi perché abbiamo molte informazioni, ma se non ci siamo presi il tempo per riflettere interiormente potremmo non saperne quanto pensiamo. È per questo che Ignazio dice che “non è un’abbondanza di conoscenza che riempie e soddisfa l’anima, ma piuttosto una comprensione interiore e l’assaporare le cose”. Ciò che intende è che dovremmo prestare attenzione e ponderare cos’è che stiamo sperimentando prima di saltare alle conclusioni. Spesso la realtà sta sotto alle nostre impressioni superficiali, e le nostre motivazioni potrebbero non essere sempre chiare come pensiamo che siano. Ad esempio, una donna di nome Marta Castenada ha raccontato come gli Esercizi l’abbiano aiutata ad affrontare il fatto che era risentita nei confronti della madre e non se ne era mai resa conto. Una volta che ha chiarito le sue emozioni e ci ha riflettuto sopra, è riuscita a recuperare il rapporto con la madre.

  • 1
  • 2
Tags:
intelligenza emotivasant'ignazio di loyola
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni