Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 30 Novembre |
Sant'Andrea
home iconSpiritualità
line break icon

Il male che c'è in te ha una parte buona

Soo Hee Kim / Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 24/07/17

Proprio quello che mi fa soffrire, quello che mi porta a credere di essere una persona peggiore di quello che sono, è la porta di ingresso al cuore di Dio

Questa domenica Gesù mi ha detto di lasciar crescere il grano accanto alla zizzania: “Il regno dei cieli è simile a un uomo che ha seminato del buon seme nel suo campo. Ma, mentre tutti dormivano, venne il suo nemico, seminò della zizzania in mezzo al grano e se ne andò. Quando poi lo stelo crebbe e fece frutto, spuntò anche la zizzania. Allora i servi andarono dal padrone di casa e gli dissero: “Signore, non hai seminato del buon seme nel tuo campo? Da dove viene la zizzania?”. Ed egli rispose loro: “Un nemico ha fatto questo!”. E i servi gli dissero: “Vuoi che andiamo a raccoglierla?”. “No, rispose, perché non succeda che, raccogliendo la zizzania, con essa sradichiate anche il grano. Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura e al momento della mietitura dirò ai mietitori: Raccogliete prima la zizzania e legatela in fasci per bruciarla; il grano invece riponetelo nel mio granaio””.

Voglio eliminare la zizzania ogni volta che la vedo, e lasciare che si veda solo la purezza del regno. Non mi abituo a vederla crescere con il grano. Ciò che è cattivo insieme a ciò che è buono. Il peccato con la grazia. Quello che è luminoso con quello che è oscuro. Non so. Mi spaventa pensare che la zizzania possa essere più forte del grano. Mi fa paura che vinca e alla fine resti solo la zizzania.

Gesù parla del male, ma mi dice che il bene vince. Parla del nemico che semina di notte. Il nemico che Egli sconfigge. Parla del peccato e delle cattive intenzioni. E della misericordia di Dio che guarisce tutto. Parla dell’odio, dell’ira, dell’inganno, del tradimento, dell’avidità, dell’egoismo. Parla di tante cose che a volte ci sono nel mio cuore. E alla fine vince sempre il suo regno.

Nel mio cuore la zizzania cresce con il grano. E voglio strappare dalla mia vita quello che mi fa peccare e allontanarmi da Dio. Voglio tirar via dalla mia anima il male e i cattivi pensieri. Quelle idee negative che mi tolgono la vita e non mi permettono di essere felice. Voglio estirpare il mio peccato. E a volte desidero non dover più confessare gli stessi peccati.

La zizzania è cresciuta un’altra volta. Mi fa paura che il suo potere affoghi il buon seme che Dio getta nella mia anima. La zizzania arriva come per magia. Mi ribello contro me stesso. Voglio vincere con la forza di volontà. Vincere il male in me. Ma non ci riesco. La zizzania spezza il paesaggio perfetto della virtù. Rifiuto di accettare quelle debolezze che mi tradiscono.

Gesù mi dice di lasciarla. Di non volere che scompaia del tutto. Perché? Forse per non credermi migliore di nessuno. Ho la mia quota di zizzania. Non sono grano pulito. Dentro di me c’è un miscuglio di tradimenti e passioni. Quella radice imputridita che non mi permette di essere bianco e puro. Mi spavento di me stesso.

Quando mi immergo nelle acque profonde della mia anima mi fa paura quello che trovo. Non tutto è perfetto, non tutto è buono, non tutto è di Dio. Voglio strappare la zizzania, ma Gesù mi dice che facendo questo potrei strappare anche il grano buono. Perché quasi si confondono. Dovrei fare talmente tanta attenzione che non ne vale la pena.

  • 1
  • 2
Tags:
bisognodiopeccato
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Philip Kosloski
A cosa somiglia davvero il Paradiso secondo s...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni